ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra , che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra , inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

irefuse Italia

Come ristrutturare un dammuso: consigli da 3 progetti d’autore

Idee e ispirazioni per rinnovare le tipiche abitazioni siciliane rispettandone lo stile originale

ristrutturare-un-dammuso
GettyImages

Se sogni di ristrutturare un dammuso e trasferirti per sempre sull’isola di Pantelleria sappi che potrebbe essere meno impossibile di quanto possa sembrare. Basta navigare sul web, infatti, per scoprire decine di splendide abitazioni tradizionali in vendita. D’altronde si sa, quando si parla di case ricche di storia e fascino immerse in località uniche, l’Italia, e la Sicilia in particolar modo, è imbattibile.

La piccola isola di Pantelleria è una vera e propria perla del Mediterraneo e sul suo territorio convivono armoniosamente elementi naturali dal fascino incontaminato e architetture create dall’uomo. Stiamo parlando appunto dei dammusi, le tipiche abitazioni dell’isola costruite in epoca araba.

Caratterizzati da elementi ben precisi, i dammusi sono diventati negli ultimi anni oggetto dell’interesse dei turisti che – potendo scegliere tra una molteplicità di soluzioni – spesso optano per l’acquisto di dammusi decadenti, attirati da prezzi più accessibili. Ecco quindi che si rende necessaria la ristrutturazione.

Ma come ristrutturare un dammuso in modo contemporaneo senza privarlo della sua anima antica? 

Scopriamolo insieme prendendo ad esempio 3 progetti d’autore.

Foto di: Settimio Benedusi

Prima di iniziare è fondamentale tenere a mente che tutto, e dico tutto, ciò che rende un dammuso un dammuso è essenziale che venga preservato. Nulla è stato costruito a caso.

Primo consiglio è quindi di preservare la struttura.

Tutti gli elementi che caratterizzano queste costruzioni infatti hanno una funzione ben specifica. I tetti a cupola servono per convogliare l’acqua piovana nelle cisterne, muri spessi e piccole finestre contribuiscono a controllare la temperatura, la struttura in pietra lavica (il cosiddetto Jardinu) dove si coltivano gli alberi da frutto ha una struttura pensata per proteggere la vegetazione dall’incessante vento.

Nel momento di ristrutturare un dammuso, una volta ripristinata la struttura originaria, andiamo quindi ad agire sugli interni.

Come dicevamo, queste costruzioni sono caratterizzate da piccole porte e piccole finestre pensate ai fini dell’isolamento termico. Ci troveremo quindi ad avere un’abitazione più fresca in estate ma pagando il prezzo di spazi chiusi e un po’ cupi.

 

Foto di: Matteo Imbriani

Ecco allora che è consigliabile puntare su colori chiari, il bianco è un grade classico, abbinato a tende e tessuti leggeri.

Foto di: Settimio Benedusi

Questa soluzione è particolarmente azzeccata se le dimensioni del dammuso in questione sono ridotte. Il bianco infatti contribuisce a dare la percezione di spazi più ampi.

Nulla vieta, però, se il dammuso da ristrutturare è di dimensioni considerevoli e ha spazi interni più generosi, di azzardare con nuance più scure.

 

Foto di: Matteo Imbriani

Per gli arredi, il giusto mix di design contemporaneo e pezzi artigianali fatti a mano contribuirà a dare al vostro dammuso un fascino contemporaneo senza snaturarlo troppo!

In ultimo ma non ultimo, l’esterno. Non dimentichiamoci che siamo al mare, e che vivere gli esterni è all’ordine del giorno.

Essenziale dunque ripristinare il “Cannizzo”, tipica copertura in canne utilizzata per riparare l’outdoor dal sole.

Foto di: Settimio Benedusi

A noi piace la versione tradizionale, ma più di un architetto ha rivisitato la tradizione ricorrendo a coperture in legno, in ferro, in foglie di palme o con le splendide e coloratissime boungavillea.

Foto di: Matteo Imbriani

Qui il bianco è d’obbligo. Per gli arredi, il consiglio è di rimanere minimal!

Foto di: Settimio Benedusi

LEGGI ANCHE:

Pantelleria: dammusi trasformati in resort di lusso
Un dammuso sul mare a Pantelleria


di Chiara Chioda / 16 Maggio 2017

CORNER

Design & Travel collection

[Design & Travel]

Non chiamatelo hotel

Pino Brescia svela il segreto del successo di Borgo Egnazia

interviste

[Design & Travel]

Un idillio di luce e volumi

Casa Pinto in Salento è un’oasi candida e squadrata tra gli ulivi

casa vacanze

[Design & Travel]

La filosofia di Capasa

Il fondatore di Costume National racconta la sua ricerca

interviste

[Design & Travel]

Tropical a cena

Atmosfere tropicali per un ristorante a Molfetta

ristoranti

[Design & Travel]

Scoprire la Puglia

Le masserie da affittare online per un'estate italiana

itinerari

[Design & Travel]

Suite nella perla dell’Adriatico

Le case vacanze total white di esseelle associati a Polignano

casa vacanze

[Design & Travel]

Viaggio nella campagna pugliese

Tradizione locale e comfort si incontrano a Masseria Moroseta

hotel

[Design & Travel]

Un altro classico della nautica

In arrivo il Riva 56’ open pensato per vivere a stretto contatto con il mare

Barche

[Design & Travel]

Vacanze in Puglia

Un Bed&Breakfast accogliente sospeso tra tradizione e innovazione

hotel

別れさせ屋 沖縄県

©2017 irefuse - - P. | VIA Monyka Salym, 6, ,

| | |