ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra , che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra , inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

irefuse Italia

A Borgo Egnazia hanno reinventato il lusso?

Pino Brescia, lo scenografo autore del progetto, ci svela la chiave del successo, che ha a che fare con un'idea non convenzionale di lusso

00-borgo-egnazia-intervista-pino-brescia-

Pino Brescia, scenografo e creativo di Fasano, in Puglia, è l’autore di uno dei progetti di ospitalità italiana più famosi nel mondo: stiamo parlando di Borgo Egnazia a Savelletri di Fasano, salito agli onori delle cronache durante l’estate per la vacanza pugliese di Madonna (che non si risparmiata nemmeno la taranta). 

Quello che però interessa in questa sede è che Borgo Egnazia non è un hotel, né un resort o una masseria, quanto un luogo “liberamente ispirato nei materiali, nelle forme e nei colori a un tipico paese pugliese. Un omaggio all’architettura tradizionale per cui Brescia riprende materiali locali (pietra e tufo su tutti) e forme ancestrali (piccole finestre e porticati) per sviluppare all’interno della proprietà della famiglia Melpignano tre tipologie di soggiorno: la corte, che si sviluppa nel corpo centrale,  il borgo – con tanto di piazze, pozzi, fontane e stradine costeggiate da 92 casette – e le ville, oltre ovviamente a ristoranti e Spa.

Una formula che deve il proprio successo a un’idea non convenzionale di lusso, che rielabora un linguaggio povero e contadino. Ce lo spiega meglio Pino Brescia.

Qual è l'idea di lusso che viene offerta ai clienti di Borgo Egnazia?

In un’epoca in cui vi è un generale appiattimento che sta distruggendo le culture e le tipicità, credo che sia importante offrire agli ospiti la possibilità di respirare l’aria del luogo in cui sono e di vivere la cultura e il territorio in maniera autentica.

Foto: Enrique Menossi

Come è stato possibile ricreare una sorta di borgo ideale pugliese senza rischiare di scadere nel posticcio? Quali sono state le difficoltà maggiori?

Tanto impegno e tanto lavoro, basato su una grande ricerca storica e fotografica. C’è stata una grande attenzione ai dettagli, una guida costante delle maestranze e una presenza attenta in cantiere nell’intento di far eseguire tutti i passaggi nel rispetto del progetto.

 

Foto: Giorgio Baroni

È un esperimento replicabile in altre regioni italiane?

Presumo di si, fermo restando che la ricerca e l’attenzione per gli “ingredienti” da utilizzare siano sempre ben dosati e attinti a fonti storiche culturali reali e attendibili. Il tutto sempre con una buona capacità di reinterpretare e reinventare in modo personale, passando attraverso le visioni contemporanee senza cadere nell’errore di replicare senza rispettare il territorio.

È al lavoro su altri progetti?

Certo, bisognerebbe sempre essere alla ricerca di nuovi stimoli per sé stessi e per gli altri.

Foto: Giorgio Baroni

SCOPRI ANCHE:
La casa vacanze perfetta in Salento è in campagna!
Le più belle masserie in Puglia si trovano online


di Stefano Annovazzi Lodi / 31 Agosto 2017

CORNER

Design & Travel collection

[Design & Travel]

Un idillio di luce e volumi

Casa Pinto in Salento è un’oasi candida e squadrata tra gli ulivi

casa vacanze

[Design & Travel]

La filosofia di Capasa

Il fondatore di Costume National racconta la sua ricerca

interviste

[Design & Travel]

Tropical a cena

Atmosfere tropicali per un ristorante a Molfetta

ristoranti

[Design & Travel]

Vado a vivere in un dammuso

Idee e consigli per ristrutturare la tipica casa di Pantelleria

restyling

[Design & Travel]

Scoprire la Puglia

Le masserie da affittare online per un'estate italiana

itinerari

[Design & Travel]

Suite nella perla dell’Adriatico

Le case vacanze total white di esseelle associati a Polignano

casa vacanze

[Design & Travel]

Viaggio nella campagna pugliese

Tradizione locale e comfort si incontrano a Masseria Moroseta

hotel

[Design & Travel]

Un altro classico della nautica

In arrivo il Riva 56’ open pensato per vivere a stretto contatto con il mare

Barche

[Design & Travel]

Vacanze in Puglia

Un Bed&Breakfast accogliente sospeso tra tradizione e innovazione

hotel

link

also

©2017 irefuse - - P. | VIA Monyka Salym, 6, ,

| | |