Sushi a New York: 5 ristoranti di cui innamorarsi

Se il sushi è un equilibrio di sapori, forme e colori, ecco quali sono gli indirizzi da non perdere nella Grande Mela per un’esperienza di bellezza a 360 gradi

image
Getty Images

Di sushi a New York ce ne sono tantissimi, da chi lo serve come street food a chi lo inserisce all’interno dei menù più variegati. Ma l’arte della cucina giapponese non è solo un equilibrio di sapori: essenzialità, armonia e semplicità sono tre ingredienti fondamentali. Per questo motivo il ristorante non può prescindere dall’attenzione all’ambiente e ai dettagli. Con questo criterio abbiamo scelto 5 indirizzi sushi di New York dove l’esperienza della bellezza secondo l’estetica giapponese può davvero essere vissuta a 360 gradi.

A post shared by (@chefmasanyc) on

A post shared by (@chefmasanyc) on

Partiamo da Masa, impero dello chef Masa Takayama a ridosso di Central Park, dove l’'arredamento semplice sembra una tela bianca pensata per far risaltare i colori brillanti del cibo, che cambia a seconda delle stagioni. Il grande bancone in legno massello di Hinoki viene levigato ogni giorno per essere sempre piacevole al tatto, e i fiori freschi sono un omaggio alla natura e alla sua imperfezione: il posto giusto per capire cosa vuol dire shibui, la parola con cui i giapponesi indicano la bellezza ruvida e raffinata.


A post shared by (@sushinakazawa) on

A post shared by (@sushinakazawa) on

Più giù verso Lower Manhattan (Commerce Street) lo Chef Daisuke Nakazawa serve il suo omakase di venti portate al Nakazawa Sushi: ingredienti di provenienza sia nazionale che lo chef artigianato mixa al suo sushi in stile Edo. L’ambiente è rilassato, con sgabelli in pelle dallo schienale alto su cui accomodarsi in attesa che il proprio piatto venga servito con tutte le spiegazioni. Da lasciare a bocca aperta principianti e sushi-addicted.

A post shared by (@netanyc) on

A post shared by (@netanyc) on

Poco distante, all’incrocio tra 6th Avenue e West 8th Street c’è Neta, dove Sungchul Shim porta una combinazione unica di cultura culinaria occidentale e orientale, affinata da anni di studio e formazione pratica in Asia e negli Stati Uniti. I toni caldi del legno ricreano un’atmosfera all’insegna dell’ospitalità, dove rilassarsi e godere dei sapori “neta”, termine che indica gli ingredienti freschi con cui viene preparato il sushi.

A post shared by (@enjb) on

Il viaggio in Giappone prosegue da EN Japanese Brasserie (Hudson Street), dove il cibo è creatività e anima: dal tofu fatto in casa al Tonkatsu Sando cotoletta di maiale in salsa di miso fino all’evento mensile “Abe’s Kitchen”, un viaggio nell’esperienza culinaria giapponese con ingredienti di stagione. E L’ambiente non è da meno, con i soffitti alti e le grandi finestre a illuminare gli arredi in legno e gli antichi pannelli giapponesi. L’ampia sala da pranzo affaccia sulla cucina a vista e sulla grande composizione floreale al centro, mentre le stanze tatami ai piani superiori sono perfette per feste private. Qui tutto, ma proprio tutto, arriva Giappone: dai mobili ai tessuti, fino ai piatti. Ovviamente custom-made.

A post shared by (@sushidojonyc) on

A post shared by (@sushidojonyc) on

Infine, per i veri tradizionalisti l’indirizzo perfetto è Sushi Dojo, sulla 1st Avenue, un piccolo sushi bar (solo 14 posti a sedere) dove rompere le barriere tra chef e clienti per scoprire tutti i segreti che si celano dietro a quest’arte giapponese seduti sugli sgabelli in pelle nere. Qui è tutto fatto il momento, compresa la salsa wasabi, e raccontare le vostre preferenze a chi vi sta di fronte è molto meglio che scegliere dal menù.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Купить Сиалис 60 мг

monaliza.kiev.ua

https://topobzor.info