ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra , che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra , inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

irefuse Italia

Arredare con l'oro rosa? Perché no!

Acciaio supermirror placcato oro rosa per arredi e lampade dalla perfetta manifattura italiana. Design Paolo Rizzo per Spotti Edizioni Milano

oro-rosa-spotti-edizioni-milano-design-week

La collezione Rose Gold disegnata dall'architetto Paolo Rizzo per Spotti Edizioni Milano. In acciaio supermirror placcato oro rosa, propone svariati pezzi d'arredo e una lampada a sospensione. E' stata presentata in anteprima a Milano al Fuorisalone, con allestimento curato dagli stylists e set designers Leandro Favaloro e Martina Lucatelli.  Foto di: Federico Floriani

Pezzi e idee d’arredo in oro rosa, in acciaio supermirror placcato. La collezione, appena presentata al FuoriSalone di Milano, è proposta da Spotti Milano Edizioni e si chiama Rose Gold.

È disegnata dall’architetto Paolo Rizzo, con studio a Milano di interior e prodotto, e propone più tipologie di famiglie di mobili, con finitura lucida o satinata, da cassettiere e credenze a una libreria modulare, da un trittico di coffee tables a una lampada a sospensione a tre steli o versione singola

Foto di: Federico Floriani

“Nata un paio di anni fa come capsule in oro 24 carati, ora la collezione ha avuto un ampliamento e una trasformazione in oro rosa, per un aspetto più morbido e caldo. Il progetto coinvolge l’eccellenza di fornitori e produzione sotto ogni aspetto, dalla falegnameria alla placcatura. Un lavoro molto pignolo, tutto nel comparto lombardo, tra Milano e la Brianza”, racconta Paolo Rizzo.

Foto di: Federico Floriani 

“Rose Gold comprende anche un tavolo da pranzo quadrato, con piede a stella (foto sopra); l’ho progettato come una piccola architettura: 4 colonne che portano un piano, con la citazione della colonna del Padiglione tedesco di Mies van der Rohe per l’Esposizione di Barcellona del 1929”, svela l’architetto.

 Foto di: Federico Floriani

“L’idea era di fare dei classici, non dei prodotti di stagione, anche per la qualità della produzione, che, come dicevo, è di grande artigianalità e ricchezza. I cassetti della credenza sono rivestiti in velluto Mohair, la lacca è una lacca lucida di alta qualità, tutti i dettagli sono curati al massimo, per pezzi jolly dalla residenza privata al mondo contract”, continua.

Foto di: Federico Floriani

“E l’ispirazione è Ignazio Gardella, con cui mi sono formato, l’uso che ha fatto dell’ottone per Azucena. I materiali sono quelli della tradizione del design italiano, milanese in particolare, degli arredi borghesi degli anni 60. Ho studiato questi pezzi sulla scia del design dei Maestri, certamente riattualizzati dal punto di vista stilistico e della tecnologia”, spiega sempre Paolo Rizzo, siciliano d'origine e milanese d'adozione. 

Foto di: Federico Floriani

“Per esaltare la collezione, abbiamo usato un metallo layer satinato e un allestimento a scatole: un metallo per esaltare un altro metallo. In un secondo momento, con Paolo, abbiamo pensato di inserire un elemento di rottura, un unico colore (foto sopra): ecco così il blue Klein, che abbiamo cercato di rifare secondo la ricetta originale, con molto pigmento, per risultare molto opaco e assorbire la luce”, dice Leandro Favaloro, stylist e set designer che, con la collega Martina Lucatelli, ha curato la presentazione di Rose Gold al Fuorisalone, presso The Box di piazza Bertarelli, in intesa perfetta con Paolo Rizzo.

“Prodotti di design e di pensiero architettonico, con lo spirito della bellezza dell’oggetto del design italiano: la qualità di Rose Gold è altissima, dalle procedure della lavorazione in galvanica alla manifattura. Spotti Edizioni Milano è una fucina di ricerca dal prodotto al progetto, ed è nostra intenzione continuare a invitare designer diversi a pensare per noi collezioni dalle svariate anime”, dice Silvia Volpi, Brand Manager Spotti Edizioni Milano.

Spotti Edizioni Milano è il progetto di pezzi sartoriali di Spotti, showroom punto di riferimento a Milano per arredi, complementi e interior, con una selezione del meglio delle aziende italiane e internazionali, e, appunto, anche con proposte di proprie collezioni affidate ogni volta a firme diverse (per esempio sta lavorando con Studiopepe per Family Tales). 

Presentata durante la Milano Design Week negli spazi di The Box in piazza Bertarelli, la collezione Rose Gold sarà disponibile da maggio presso Spotti, viale Piave 27.

         

  


di Caterina Lunghi / 27 Aprile 2017

CORNER

Salone Del Mobile collection

[Salone Del Mobile ]

New brand

A Milano è nata la prima collezione SEM, il nuovo marchio di Spotti

Milano Design Week 2018

[Salone Del Mobile ]

Send me the future

100 pezzi di futuro sono in mostra a Lambrate, Milano

Milano Design Week 2018

[Salone Del Mobile ]

L'abitare dei digital natives

La dimensione orizzontale dell'abitare in una mostra a Milano

[Salone Del Mobile ]

Soft Kitchen

Franke e Faber al FuoriSalone con un progetto di interior design

Milano Design Week 2018

[Salone Del Mobile ]

Europe meets Japan

Le ultime creazioni proposte da Japan Creative al FuoriSalone

Milano Design Week 2018

[Salone Del Mobile ]

Ventura Future in 10 punti

Il meglio del nuovo design district di Milano visto durante il FuoriSalone

Milano Design Week 2018

[Salone Del Mobile ]

Kensaku Oshiro alla MDW 2018

Una passione per l’Isola, arredi per grandi brand e progetti personali

Milano Design Week 2018

[Salone Del Mobile ]

Outdoor in Fiera

Le migliori proposte per esterni che abbiamo visto al Salone

Milano Design Week 2018

[Salone Del Mobile ]

La semplicità tra le righe

I primi arredi di Poltrona Frau firmati GamFratesi

Milano Design Week 2018

узнать больше

nl.ua/ru/hoztovary/zhalyuzi_rolety/zhalyuzi

подробнее

©2018 irefuse - - P. | VIA Monyka Salym, 6, ,

| | |