ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra , che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra , inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

irefuse Italia

Last Call: utlimo giorno per vedere la mostra Onlife Millennials at home a Palazzo Bovara a Milano

Ultimo tour nel mondo della generazione Y: ecco come si presenta la casa degli Home Curators

Matteo Imbriani

La sezione degli Home Curators nella mostra Onlife Millennials at home a Palazzo Bovara a Milano

Last call per visitare la mostra Onlife Millennials at home tra le stanze di Palazzo Bovara a Milano. Oggi è l’ultimo giorno in cui si può visitare l’installazione curata da irefuse Italia con un progetto allestitivo firmato da DWA Studio e, per concludere il tour iniziato con la dimensione abitativa dei Digital Native, proseguito tra gli ambienti dei Life Sharers e lo spazio domestico dei Family Fans, vi portiamo nell’appartamento diffuso degli Home Curators, la generazione più adulta dei millennials, che va dai 35 ai 40 anni, sintetizzata con il claim: Let’s Take a Selfie. Anche qui, nell’aria, si diffonde la fragranza scelta ad hoc da Editions de Parfums Frèdèric Malle.

Quello che è evidente muovendosi nel grande salone, che riunisce come in una collezione fuori scala i differenti set up che rappresentano in sequenza il living room, il bathroom, il walk-in closet, il terrace, la dining room, è che il progressivo passaggio dell’idea del mondo come casa, caratteristica dei nativi digitali, al riconoscimento della casa come proprio mondo, si realizza proprio con questa generazione. Si adattano in fretta all’integrazione di nuove tecnologie nella loro vita, le vivono come una continua scoperta di opportunità, prima impensate. Pretendono sempre di più servizi personalizzati e specifici incentrati sui loro bisogni.

“Single o in coppia, investono molte energie per realizzare un ambito domestico il più vicino possibile al loro ideale: la casa è un microcosmo che riflette il loro gusto più profondo”, ricorda Francesco Morace che, con Future Concept Lab, si è occupato dell’Insight Resarch alla base del concept della mostra. Questa attitudine alla curatela, con la scelta di oggetti di design altamente selezionati, si traduce, nella sala loro dedicata, in set fotografici che ricreano paradigmi abitativi volutamente perfetti. Provocando una sensazione che non permette di capire fino in fondo dove cominci, né dove finisca l’artificio: è il set la realtà o la realtà è un set?

Tutte le foto: Matteo Imbriani

Il living room, dai colori vivaci, ma caldi, resi domestici dal legno di Listone Giordano - usato per il pavimento - e dal tappeto con colori a contrasto di Nodus, è la prima stanza in cui ci si imbatte. Il design è affidato alle collezioni di Lema e rispecchia il gusto ricercato e personale di una generazione che conferisce grande importanza all’estetica, testimoniato dalla scelta di oggetti tra cui spiccano accessori di Tiffany & Co. e lampade Luceplan. Sulla parete, dipinta nei toni del rosa-arancio di Sikkens, crea un originale pattern 3D il wall speaker system di Bang & Olufsen.

Il secondo set è dedicato a un oggetto del desiderio: la cabina-armadio, tutta di Poliform, progettata come un caleidoscopio di specchi che può rimandare all’infinito l’immagine del suo resident comodamente seduto su una lounge chair, nella softness di un floor covering Radici Contract. La configurazione rispecchia il profilo dei giovani adulti 35-40enni con una forte consapevolezza di sé, che mettono se stessi al centro, insieme agli abiti che li rappresentano e agli accessori che indossano. Non più stanza di servizio, ma luogo dove trovano posto le passioni: ad esempio la capsule collection di orologi D1 Milano customizzata da Diego Grandi.

Luogo emblema della loro propensione alla cura del sé, la stanza da bagno, disegnata come un’alcova contemporanea che denota personalità e stile. Qui il design della vasca e del lavabo freestanding è affidato ad Agape, mentre lo specchio è di Glass. Gli arredi sono di Agape Casa.

Nella dining room è evidente la tendenza a volere una casa personalizzata. Le scelte originali del progetto esprimono la curatela dei resident che hanno metabolizzato e rielaborato le tendenze del gusto dalla moda e dall’arte. La loro personalità si manifesta già nella scelta del rivestimento d’autore alle pareti firmato Cedit-Ceramiche d’Italia. Mobili di B&B Italia e Glass Italia, lampade Luceplan, tappeti cc-tapis, pezzi speciali, edizioni limitate completano l’insieme. Anche la scelta della palette di tonalità con contrasti azzardati rivela una personalità decisa, non convenzionale, sicura delle proprie scelte.

Non manca la zona outdoor dove protagonista è una lounge chair con tavolino di Janus et Cie. Si tratta di un angolo verde, allestito con piante di Cappellini Giardinieri, che rispecchia l’ambizione di questa generazione, più sedentaria, di avere tra le mura domestiche piante che evocano degli alberi. Tra artificiale e naturale, si fa notare, quasi fosse un bassorilievo a parte, Rilievi di Cedit-Ceramiche d’Italia.

 

Onlife. Millennials at Home

Palazzo Bovara, 

corso Venezia 51, Milano, dal 16 al 29 aprile 2018.

Orario: 10.00-20.00 tutti i giorni; il 19/4, 10.00-17.00.

Ingresso gratuito.

Servizio bar in giardino (prima colazione, pranzo e aperitivo), ristorante al primo piano. 

 

PROGETTO A CURA DI ELLE DECOR ITALIA

Insight Research: Future Concept Lab — Exhibition Design: DWA Design Studio — Interaction Design: AKQA — Landscape Design: Marco Bay — Coordinamento Exhibition Design: Marina Cinciripini — Animazione Wallpaper: Gio Pastori —Styling: Ilaria Baciocchi Studio, Tamara Bianchini, Murielle Bortolotto, contributor Serena Bosone

In collaborazione con: Tiffany&Co. — Main Partner: Google,  — Porcelain & Ceramic Surfaces: Florim e CEDIT Ceramiche Italia — Special Outdoor Partner: Baxter — Outdoor Living Space: Corradi — Real Estate Partner: Tirelli & Partners — Fragrance Design: Editions de Parfums Frédéric Malle — Official Men’s Grooming: Depot -The Male Tools & Co — Official Watch: D1 Milano — Official e-bike: Moto Morini — Technology Partner: HP — Audio-visual Partner: Bang&Olufsen — Architectural Lighting Partner: Panzeri — Friendly Protection Partner: Vape — Partner: Agape, Agape Casa, Alessi, Alpi, Amini, Arpa Industriale, Arper, B&B Italia, Boffi, Bulthaup Italia, cc-tapis,Coincasa, De Padova, Dedar, Driade, Fenix, FontanaArte, Janus et Cie, Kartell, Lapalma, Lema, Luceplan, Poliform, Tacchini, Technogym, Unical, Zucchetti Kos — Educational Partner: Istituto Marangoni — Trade Fair Partner: Tendence — Media Partner: Archiproducts — Partner Tecnici: Bellavite Nonsolocarta, Davide Groppi, Galimberti Legno e Bioedilizia, Listone Giordano, Radici Contract, Sikkens, Silent Gliss — Special Thanks: Cappellini Giardinieri, Cita, Consociazione Italiana Tappezzieri Arredatori — Restaurant & Bar: Caffè Scala, Longino & Cardenal Cibi Rari e Preziosi — Official Sparkling Wine: Cantine Ferrari 


di Laura Arrighi / 29 Aprile 2018

CORNER

Salone Del Mobile collection

[Salone Del Mobile ]

Può essere il cemento leggero?

La storia di Forma&Cemento, nato da due giovani siciliani a Roma

Milano Design Week 2018

[Salone Del Mobile ]

Tendenze letto al Salone 2018

Letti matrimoniali minimal, morbidi, funzionali e storici

Milano Design Week 2018

[Salone Del Mobile ]

Il meglio del SaloneSatellite

I giovani del design si fanno i muscoli a Milano

Milano Design Week 2018

[Salone Del Mobile ]

Superloft di design

Tour nella casa ideale di Giulio Cappellini al FuoriSalone 2018

Milano Design Week 2018

[Salone Del Mobile ]

Come un arazzo

Vito Nesta firma Heritage, una nuova collezione di wallpaper

Milano Design Week 2018

[Salone Del Mobile ]

Design Language Hotel

La Babele del design in scena al Nhow Hotel di via Tortona

Milano Design Week 2018

[Salone Del Mobile ]

Raccontare Lina Bo Bardi

Nilufar Depot parte dai mobili per delineare una figura straordinaria

Milano Design Week 2018

[Salone Del Mobile ]

Interferenze tra moda e design

Sperimentazione, piattaforme digitali e ritorni al passato influenzano la moda

Milano Design Week 2018

[Salone Del Mobile ]

Superstudio Samurai

Il design giapponese visto quest'anno in via Tortona

Milano Design Week 2018

©2018 irefuse - - P. | VIA Monyka Salym, 6, ,

| | |