ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra , che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra , inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

irefuse Italia

L’autosufficienza è il nuovo credo del design?

Da questa domanda è nato il lavoro dei designer olandesi di Dutch Invertuals, presentato durante il FuoriSalone 2017

autosufficienza-dutch-invertuals-fuorisalone-2017

Mentre alla Cascina Cuccagna il collettivo tedesco Raumplan propone di guardare a iniziative di design su piccola scala che sfidano il capitalismo (leggi anche → Il capitalismo in cascina), gli olandesi di Dutch Invertuals occupano nuovamente lo Spazio O - nel cuore di Isola Design District - con la mostra Harvest, nella quale esplorano il futuro dell’autosufficienza.

 

I visitatori esplorano le opere esposte

Osservando le problematiche che la nostra società deve affrontare nel presente, Dutch Invertuals aveva già tentato di dare risposte riguardo un possibile futuro durante le edizioni 2014 e 2016 del Salone del Mobile con le due mostre Happy future e Advanced Relics. Quest’anno con la mostra Harvest, curata da Wendy Plomp, il collettivo di designer olandesi afferma che - poiché il consumismo sta subendo un lento, ma chiaro declino - ciò che guiderà gli stili di vita di domani sarà l’autosufficienza. Trovare nuove modalità di rifornirsi di energia e “coltivare” soluzioni alternative diventerà quindi una priorità per tutti i designer - e non solo.

 

Dettagli di alcuni degli oggetti e della scenografia

La mostra, che raggruppa 11 giovani designer - o harvester - offre una panoramica su soluzioni sperimentali al limite della fantascienza - da specchi sonori e orologi ad acqua, a strutture più enigmatiche costituite da oggetti riciclati - che si propongono di utilizzare materiali e ingredienti eclettici come la polvere di stelle.

Dettaglio di uno specchio sonoro

Organizzati con eleganza su una serie di espositori bassi in marmo e tessuti e laminati colorati, gli oggetti diventano una nuova fonte di conoscenza per quei visitatori che, curiosi, riescono a raccogliere le informazioni necessarie a comprenderne storia e utilizzo.


di Laura Drouet e Olivier Lacrouts / 20 Aprile 2017

CORNER

Salone Del Mobile collection

[Salone Del Mobile ]

La bellezza è (anche) nei rifiuti

Really porta a Milano una collezione nata a partire dagli scarti tessili

Milano Design Week 2018

[Salone Del Mobile ]

Moooi e gli animali estinti

Il brand olandese porta a Milano una giungla antica, tra zebre e pesci volanti

Milano Design Week 2018

[Salone Del Mobile ]

Le luci dei maestri

Le lampade di design che sono un omaggio al vintage

Milano Design Week 2018

[Salone Del Mobile ]

The day after

9 posti perfetti per riprendersi dall'hangover del Salone del Mobile

Travel

[Salone Del Mobile ]

Una nuova idea di cucina

I progetti più interessanti visti a Milano per il FuoriSalone 2018

Milano Design Week 2018

[Salone Del Mobile ]

Meraviglia in Triennale

Eric Quint di 3M tra scienza, curiosità e immaginazione

Milano Design Week 2018

[Salone Del Mobile ]

Pausa pranzo da Millennials

Il temporary restaurant di irefuse a Palazzo Bovara

Milano Design Week 2018

[Salone Del Mobile ]

Piccoli nomadi da Vuitton

La famiglia di arredi Vuitton si amplia con i complementi

Milano Design Week 2018

[Salone Del Mobile ]

Design a pieni polmoni

Al Superstudio Kengo Kuma esplora il tema dell'inquinamento

Milano Design Week 2018

www.optiontradingstrategies.net/

www.velotime.com.ua/category/velosipedy-ardis/

www.topobzor.info/smartfon-vernee-apollo-lite-kak-kupit-vernee-na-alijekspress/

©2018 irefuse - - P. | VIA Monyka Salym, 6, ,

| | |