ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra , che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra , inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

irefuse Italia

Come si vende un paese? Intervista alla designer che trasforma le città in brand

Natasha Grand, co-fondatrice di Insitute for Identity, racconta come si crea l'identità unica di un luogo, e di un settore di marketing in crescita

institute-for-identity-intervista-natasha-grand

Un’immagine tratta del recente progetto di INSTID - Institute for Identity per un nuovo brand turistico per la Russia

A detta di Natasha Grand e di Sergei Kleshchev di INSTID- Institute for Identity, il detto "Conosci te stesso e si cosciente del tuo potenziale. Questa è la ricetta universale per avere una vita appagante" vale anche per i luoghi, siano essi città, regioni o intere nazioni. Ecco la loro ricetta per costruire una solida e fruttuosa identità collettiva.

"I viaggi e il commercio internazionali hanno reso il mondo un posto davvero piccolo. Le persone hanno ormai sia i mezzi per esplorare ogni angolo del pianeta, che la libertà di scegliere il luogo dove vivere e lavorare. Questo crea delle nuove opportunità e  qualsiasi luogo ora ha la possibilità attrarre visitatori, studenti, professionisti e anche investitori. Dire semplicemente vieni da noi, abbiamo persone fantastiche / clima / storia / cibo / ecc non è però più sufficiente, semplicemente perché tutti dicono la stessa cosa” racconta Natasha Grand, che insieme al marito Alexander ha fondato INSTID, agenzia basata a Londra ma dal dna russo.

L’identity design sta lentamente prendendo il sopravvento sul brand design e nel competitivo mercato globale anche le città e le piccole nazioni periferiche vogliono avere la loro parte da protagonisti. INSTIDnon si limita a sviluppare per loro tagline e loghi o semplici strategie di branding e marketing territoriale per renderle turisticamente più attrattive, ma scava nel profondo della coscienza collettiva per estrarne il vero ‘spirito del luogo’.

"I luoghi che sono veramente interessanti" continuano Natasha e Sergei, "sono quelli che hanno un particolare modo di vivere o una loro specifica tradizione o offrono un’esperienza particolare. Noi lavoriamo sulla capacità dei luoghi di creare delle esperienze di vita uniche ed autentiche, ma anche moderne, senza rimpianti sul passato.In questo modo, il nostro lavoro sull’identità contribuisce alla conoscenza delle diversità del mondo, delle sue bellezze, delle sue culture e dei suoi stili di vita."

Per concludere la costruzione di un'identità del luogo, a differenza del marketing territoriale, funziona non solo verso il pubblico esterno, ma anche e soprattutto verso la comunità locale. Dal punto di vista politico e imprenditoriale questo ha un enorme vantaggio, perché permette al governo locale di capire meglio i propri elettori e al mercato di conoscere meglio i propri consumatori, dandogli la possibilità di avvicinarsi di più a loro e comunicare in modo più efficace con loro.


di Eugenia Murialdo / 8 Marzo 2018

CORNER

People collection

[People]

Dal Mit al Moma

Sotira di Neri Oxman, architetto fuori dal comune

Costume

[People]

La cultura è negli oggetti

Hugo Macdonald, curatore della sezione Objet di Miart

interviste

[People]

Chi era davvero Carlo Mollino

Biografia di un genio dell'architettura del 900

Maestri

[People]

Il design è un'attitudine

Conversazione a tutto tondo con Alice Rawsthorn

Interviste

[People]

Nuovi linguaggi in scena

Intervista ad Alessandro Rabottini, direttore artistico di Miart

interviste

[People]

La regina degli spazi

L'elegante semplicità di Louisa Grey che crea equilibrio e serenità

Interviste

[People]

Doppia intervista

Italiana: la parola a Maria Luisa Frisa e Stefano Tonchi

Interviste

[People]

Un designer d’altri tempi

Storia di Mendini: dall'editoria alla produzione industriale

Maestri

[People]

La traduttrice di idee

Rachel Chudley e le sue case oniriche e trascendentali

interviste

©2018 irefuse - - P. | VIA Monyka Salym, 6, ,

| | |