ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra , che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra , inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

irefuse Italia

Gli occhiali da sole e da vista che tutti abbiamo visto al cinema

Da quelle a forma di cuore di Lolita alle lenti di X-men, le 10 montature che hanno fatto la storia del cinema

10-occhiali-da-sole-da-vista-famosi-cinema-paura-delirio-a-las-vegas
Getty Images

Nel cinema, per gli attori, gli occhiali da sole o da vista o come mero oggetto ornamentale, sono da sempre un espediente molto utile e pratico per aggiungere una determinata nota di colore all’interpretazione, in alcuni casi, si rivelano supplementi così azzeccati da diventare parte dell’iconografia del personaggio stesso.

Colazione da Tiffany

In questo classico senza tempo l’elegantissima Audrey Hepbburn indossa degli occhiali da sole disegnati dallo stilista Oliver Goldsmith, modello Manhattan, ad oggi introvabili. Questo film segnò una sorta di “anno zero” per l’utilizzo delle lenti scure sulle dive di Hollywood, che in precedenza non erano solite portare come oggetto di scena. Un azzardo che valse all’attrice la consacrazione nell’olimpo delle icone di stile.

Lolita.

Stanley Kubrick nel suo, prima discusso, e poi acclamato adattamento del 1969 ritrae, già dalla locandina, la protagonista Sue Lyon con un paio di occhiali da sole a forma di cuore.

The Blues Brothers

Nell’indimenticabile pellicola di John Landis, con gli altrettanto epici Dan Aykroyd e John Belushi, il vestiario dei personaggi e i loro Ray Ban Wayfarers hanno avuto un così forte impatto sugli spettatori di qualsiasi epoca che, se esistesse un ipotetico premio per “gli occhiali da sole più famosi del cinema”, probabilmente lo vincerebbero loro.

Matrix

Nell’epopea cyberpunk dei fratelli Wachowski, i personaggi, entrando in “matrix” indossano automaticamente occhiali da sole. Come spiegano i registi “gli occhiali sono utilizzati come riferimento visivo, per rafforzare l’idea che in quella realtà virtuale i protagonisti sono degli avatar”.

X Men

Scott Summers alias Ciclope, indossa delle speciali lenti protettive che, a differenza di quelle normali servono a proteggere il mondo esterno dal raggio laser prodotto dai suoi occhi.

Harry Potter

Come non includere il mago “quattrocchi” più famoso di sempre?! Parte del successo del protagonista è anche da attribuirsi al suo aspetto normale, in cui qualunque ragazzino poteva immedesimarsi. Un particolare che portava l’attenzione sulle doti intellettive del personaggio, come da sempre gli occhiali da vista inducono a pensare, e non alle doti fisiche come quelle degli eroi più canonici.

Fight Club

Il cult di David Fincher, adattato dal famosissimo libro di Chuck Palahniuk, portava sugli schermi un Brad Pitt nei panni dell’amico immaginario più tamarro di sempre, anche se i Cazal 735 indossati da Tyler Durden restano un abbinamento assolutamente stupendo nell’irruente stile del personaggio.

Top Gun

Tom Cruise che indossa un paio di storici Ray Ban Aviator mentre vola su un caccia bombardiere interpretando il pilota ribelle Maverick, esiste una definizione di “cinematografia pop anni 90” più calzante di questa?

Scarface

Al Pacino, per celare lo sguardo minaccioso del narcotrafficante Tony Montana, in una delle sue interpretazioni più celebri e memorabili, indossava un paio di Linda Farrow 6031.

 

Paura e delirio a Las Vegas

Johnny Depp ha un rapporto assolutamente speciale con gli occhiali, uno degli esempi più estrosi e memorabili sono le lenti gialle sfumate con montatura aviator usate per rappresentare il giornalista realmente esistito Hunter S. Thompson, nel celebre film dell’ex Monty Python Terry Gilliam (foto in apertura).  

SCOPRI ANCHE:
Film e architettura, 10 storie d'amore
Gli occhiali da vista e da sole più famosi del design, illustrati


di Alessio Gentile / 25 Febbraio 2017

CORNER

Speciale Eyewear collection

[Speciale Eyewear]

Legno? No, betulla!

Gli occhiali da sole ultraleggeri per l'estate di Nina Mûr

speciale eyewear 2017

[Speciale Eyewear]

Occhiali alla Lina

Accessori alla moda dedicati alla pioniera del razionalismo artistico paulista

Speciale Eyewear 2017

[Speciale Eyewear]

Sogno ungherese

I ricordi d'infanzia di Petra Collins per la collezione occhiali di Gucci

Speciale Eyewear 2017

[Speciale Eyewear]

Gli occhiali di Ron Arad

Sperimentazioni tessili su un'invenzione che ha più di 800 anni di storia

Speciale Eyewear 2017

[Speciale Eyewear]

Occhiali e design

I personaggi più famosi del design raccontati attraverso i loro occhiali

Speciale Eyewear 2017

[Speciale Eyewear]

Una visione sulla visione

Una mostra sugli occhiali tra passato e futuro al Design Museum di Holon

mostre

[Speciale Eyewear]

Quattrocchi trendy e super smart

Occhiali da sole che trasformano i momenti vissuti in un ricordo social

natale

[Speciale Eyewear]

Ritorno al black and white

Interni total white racchiusi in una scatola nera a Copenhagen

negozi di design

[Speciale Eyewear]

Budri sfida le frontiere del marmo

L'azienda emiliana lancia una linea di occhiali da sole in marmo

Moda e design

обращайтесь

защита торговой марки

©2018 irefuse - - P. | VIA Monyka Salym, 6, ,

| | |