ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra , che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra , inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

irefuse Italia

News

di Redazione Elledecor.it

Il diario quotidiano di Elledecor.it tenuto dalla redazione. Per scoprire anteprime, protagonisti e tendenze del mondo del design, del progetto e degli interni. Un appuntamento fisso per essere aggiornati sulle ultime novità in fatto di arredi e interior design, un'occasione unica per fotografare in tempo reale quanto succede intorno alla parola casa e alle sue nuove declinazioni.

13 Ottobre 2017

Amazon, presto non dovremo più stare a casa ad aspettare i pacchi?

Il colosso di Seattle starebbe anche sviluppando dei "campanelli smart" per aprire le nostre case ai fattorini. Giusto il tempo della consegna.

amazon-consegna-pacchi-automobile
Amazon

Tenetevi forte, perchè Amazon starebbe studiando il modo di consegnare i pacchi direttamente dentro il portabagagli delle nostre auto. L’idea non è nuova, il colosso dell’e-commerce aveva già testato la consegna in car trunk nel 2015 con Audi, DHL e Daimler, ma adesso - riporta la che ha appreso la notizia da fonti confidenziali - da Seattle sarebbero in trattative avanzate con Phrame, un’azienda che produce - qui la cosa si fa divertente - targhe smart per automobili.  Cosa sono? 

Immaginate una targa hi-tech che, comandata in remoto dal vostro smartphone, si apre e rivela al fattorino di turno, o al vostro partner, o perché no, al vostro meccanico, un piccolo vano contenente le chiavi della macchina. Cosa? Dare a uno sconosciuto le chiavi della mia auto? Tranquilli, le chiavi verranno usate per pochi secondi, giusto il tempo di consegnare nel portabagagli una pizza, o un pacco Amazon, e di riporle nella targa tecnologica: a dissuadere i furbi ci sarebbe un sistema antifurto di geo-localizzazione.

Anche perché i furbi, quest’idea, nasce per combatterli: negli Usa li chiamano “porch pirates”, ladri del portico, che in questi tempi di consegne a distanza e di pacchi lasciati davanti all’ingresso stanno facendo festa. Ed è qui che viene il bello (se siete troppo sensibili alle violazioni della privacy, non proseguite con la lettura): Amazon starebbe anche sviluppando un campanello smart per permettere ai fattorini di accedere a casa nostra. Soluzione, anche questa, studiata contro i ladri (sì, sembra un controsenso),  che secondo l’azienda di campanelli smart August avrebbero rubato 11 milioni di pacchi solo nel 2016 negli USA.

Ma aprire la porta di casa ai fattorini servirebbe anche a ridurre i danni sui pacchi causati dalla lunga esposizione al cattivo tempo, quando vengono lasciati a lungo davanti all'ingresso. Sappiamo cosa state pensando: in America non devono conoscere “l’avviso di giacenza”, quello strano foglietto che qui in Italia i fattorini ti lasciano nella cassetta della posta quando non ti trovano dentro, dove c’è scritto che troverai il tuo pacco alla sede delle poste più vicina (a volte non proprio la più vicina). Ma l’America, si sa, è quello strano paese che abbiamo imparato a conoscere nei film, dove nessuno chiude mai a chiave la porta di casa, e non dice mai “ciao” prima di riagganciare il telefono. Ma questo è proprio un altro discorso, e chissà se Amazon e Phrame stanno pensando a risolverlo.  

LEGGI ANCHE:
Amazon si lancia nel mondo della casa, ecco i nuovi prodotti per la smart home
Nel nuovo campus Amazon di Seattle


di Roberto Fiandaca / 13 Ottobre 2017

CORNER

irefuse collection

[Interior Decoration]

Un Manhattan vista Arc de Triomphe?

Riapre il Drugstore di Parigi e il restyling da 3 stelle Michelin è di Tom Dixon

Ristoranti

[Architettura]

L'osservatorio da abitare

Un innovativo concept a Roocascalegna, perla medievale in Abruzzo

progetti

[News]

Appuntamento a Dubai

Tutto quello che c'è da sapere sulla Dubai Design Week

eventi

[Interior Decoration]

La Romagna a Londra

Ispirazione italiana per Leo's, il nuovo place to be di Londra

lounge bar

[Speciale Contract]

Una Spa molto speciale

Un luogo del benessere che è anche galleria d'arte

irefuse Grand Hotel 2017

[News]

La Dutch Design Week è tornata!

Qualche anticipazione da Eindhoven che si prepara a più di 600 eventi di design

itinerari

[News]

Boeri vs Biraghi, il confronto

Appuntamento alla Triennale di Milano per assistere al confronto pubblico

progetti

[News]

Addio al Ventura Design District

Arriva la conferma dall'organizzazione, ma si preannuncia una novità

Milano Design Week 2018

на сайте

здесь

©2017 irefuse - - P. | VIA Monyka Salym, 6, ,

| | |