Everybody loves Italian Design, tutto il meglio del Made in Italy visto a Londra

Le cinque cose da non perdere se siete in città in occasione del London Design Festival 2017

image
Courtesy photo

Che Londra negli ultimi dieci anni sia diventata la seconda casa di molti grandi nomi del design italiano - la maggior parte dei quali hanno trovato casa nel Brompton Design District - è fuori discussione. E quest'anno, come accade per ogni edizione, durante London Design Festival la città si riempie di eventi, iniziative, nuovi lanci e presentazioni di uno degli ambiti per cui il Made in Italy è conosciuto nel mondo.

La serata di lancio si è svolta come da tradizione il giovedì sera, e a fare da protagonisti sono stati tanti show-room delle aziende di design italiane che si sono vestiti di nuovo e hanno aperto le loro porte agli ospiti curiosi e ai design lover che passavano di lì. Tra tante novità ne abbiamo selezionate cinque, da non perdere se vi trovate in città durante i giorni della kermesse.

In apertura: LA CUCINA REALIZZATA DA BOFFI IN COLLABORAZIONE CON LO STUDIO ZAHA HADID, IN LANCIO DURANTE IL LONDON DESIGN FESTIVAL 2017.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
1 Boffi lancia Boffi Cove, la cucina firmata Zaha Hadid Design
image
Courtesy photo

Immaginatevi l'evoluzione di una stazione di lavoro a isola, dotata di uno spazio per la cottura, il lavaggio e un'area conviviale. Sembra un sogno eppure è vera. Inizialmente fu studiata - e poi realizzata - per una residenza a New York, e oggi diventa la nuova cucina che lo studio Zaha Hadid Design presenta insieme a Boffi. Dalle linee che prendono spunto dall'inconfondibile stile architettonico dello studio, la cucina, combinata ad alternanze studiate di vuoti e pieni, crea il giusto mix tra originalità estetica, funzionalità e utilizzo di materiali che danno eleganza e purezza formale.Nè Boffi - azienda fondata da Piero Boffi nel 1934 - né Zaha Hadid Design hanno bisogno di presentazioni, e questa partnership rinsalda la volontà di trovare un punto comune tra il design italiano, il saper fare del Made in Italy e la visione moderna dal respiro internazionale dello studio dell'archistar scomparsa lo scorso anno.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
2 Transmission, l'installazione di Ross Lovegrove al V&A
image
Foto: Edmund Sumner

Ispirato dalle fantasie degli arazzi di caccia del Devonshire esposti al V&A Museum, il designer britannico Ross Lovegrove ha creato Transmission, uno spettacolare tappeto lungo 21.3 metri mediante l'utilizzo di Alcantara, un materiale biologico, assorbente tattile e acustico, valida alternativa rispetto ai tessuti derivati dagli animali. Le pieghe ondulate e morbide nell’installazione mettono in risalto e si fondono con i colori le forme degli arazzi medievali della sala che la ospita. La versatilità del materiale è esemplificata nei diversi metodi di trattamento, tra cui la colorazione e il ricamo digitale. I suoi fili dorati e argentati, che risplendono sotto le luci della galleria, creano un effetto spettacolare. Il designer, è noto per avvalersi di materiali biologici nei suoi progetti di design che spaziano dal mondo delle automobili, e arrivano fino a interni di aerei, telecamere, orologi e street furniture.Alcantara, azienda italiana che produce materiali di rivestimento e tessuti, tra cui l'omonimo Alcantara, ha sviluppato negli anni numerose collaborazioni con brand nei settori della moda, dell’interior design, dell’automotive, della nautica, dell’aviation e dell’elettronica di consumo.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
3 Cassina festeggia il suo 90° anniversario con un libro
image
Courtesy photo

Quale modo migliore per festeggiare nove decadi se non con una monografia? Stiamo parlando di “This Will Be The Place’’curata da Felix Burrichter e presentata da Rizzoli.

Questo libro pionieristico, che esplora il comportamento sociale contemporaneo ed il suo ipotetico impatto sul futuro del design di interni, si articola in due sezioni: quella teorica e quella fotografica.

Nella prima parte, cinque personaggi del mondo dell’architettura e del design condividono le loro opinioni su come gli aspetti antropologici e sociologici della vita possano cambiare le nostre abitudini quotidiane di vita. La seconda parte del libro affronta le tematiche con un approccio innovativo e visivo, convertendo le idee emerse dalle interviste in cinque scenari fotografici con mobili Cassina in possibili ambienti domestici.

La pubblicazione sarà presentata esposta al Cassina London Showroom di Brompton Road, insieme ad una selezione di fotografie e alla collezione 2017.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
4 Cappellini e Haworth in una trade union per creare il loro concetto di showroom
image
Courtesy photo

Cosa succede se due grandi nomi del design si uniscono per lavorare, insieme, a un concept di showroom unico progettato dall’architetto Patricia Urquiola in collaborazione con Giulio Cappellini? Nasce uno spazio che ha l'obiettivo ambizioso e ben raggiunto di esplorare il futuro del lavoro e attraverso una collezione di prodotti di ispirazione. Lo spazio è stato progettato come destinazione per i professionisti del design della città, per scoprire nuovi brand e metodi, prendendo ispirazione dai mondi dell’arte contemporanea, della tecnologia e dell’ambiente. In occasione del lancio, Cappellini presenterà una mostra speciale per celebrare la collaborazione con Sebastian Herkner, e Haworth esporrà i nuovi prodotti dello Studio Urquiola, rendendo sottilissimo il confine tra lavoro e divertimento.

Il fondatore dell'azienda, Giulio Cappellini, è oggi riconosciuto come un vero e proprio talent scout, per aver saputo riconoscere e far crescere designer del calibro di Jasper Morrison, Marc Newson. Marcel Wanders, i fratelli Bouroullec e Nendo (solo per citarne alcuni) diventati poi famosi a livello internazionale.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
5 B&B Italia svela il nuovo look dello store e accoglie le cucine di design Arclinea
image
Courtesy photo

Una rinfrescata agli interni dello splendido showroom di Brompton Road – a cura di Antonio Citterio Patricia Viel - svela un inedito concept espositivo che ricava nella storica location nuovi spazi dedicati ad Arclinea, (recentemente acquisita dal brand). Ecco le iniziative che B&B presenta al pubblicoin occasione di London Design Festival B&B Italia.A festeggiare il debutto britannico delle collezioni 2017, ci sarà anche un'edizione speciale del ventesimo anniversario delle sedute Charles.

L'acquisizione di Arclinea ha permesso a B&B Italia di ampliare la sua gamma di prodotti spaziando nel segmento della cucina di design di lusso. Durante la kermesse saranno, in particolare, presentati tre layout di cucina realizzati da Antonio Citterio: Italia, Convivium e Principia. In comune, le tre cucine hanno piani di lavoro spaziosi e capienti unità che ospitano accessori, piani di cottura estesi e due aree di lavaggio separate (un lato per pentole e l'altro per il cibo). Una curiosità? La cucina Italia vedrà protagonista un'innovativa maniglia ad incasso artigianale prodotta e divenuta un brevetto esclusivo del marchio Arclinea.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
https://best-cooler.reviews

best-cooler.reviews/

best-cooler.reviews