I 4 FLOWER DESIGNER DI LONDRA CHE TUTTI DOVRESTE CONOSCERE

Durante Chelsea in Bloom 2017 hanno trasformato la città in un floral safari, e per tutto il resto dell'anno fanno tendenza. Una su tutte: niente regole!

image
Getty Images

Si potrebbe chiamarla rivoluzione floreale: negli ultimi anni i rigidi bouquet ordinati si sono trasformati in composizioni eterogenee, che accolgono fiori che si possono raccogliere in un campo, nel bosco, sul ciglio della strada. Banditi i fasci stretti di costose piante cresciute in serra, oggi amiamo la bellezza dei piccoli boccioli, le piante stagionali e tutte le imperfezioni di una natura libera.

Portatori di questa nuova tendenza sono i flower designer di nuova generazione: ogni anno si incontrano a Londra per il tradizionale saluto all’estate di Chelsea in Bloom, che trasforma le vetrine dei negozi in installazioni colorate e profumate, chiamando a raccolta i migliori creativi della città. Ne abbiamo scelti 4, da incontrare a Londra e da seguire su Instagram per avere un assaggio di come un fiore diventa scultura, ma anche per trarre ispirazione sul prossimo centrotavola. Dopotutto, come diceva Ettore Sottsass: “il vero lusso è avere una bella finestra, con una bella luce e un bel mazzo di fiori”.

Neeva Jay è il floral designer scelto da RedValentino per trasformare la boutique londinese disegnata da India Mahdavi in una giunga di tigri in occasione di Chelsea in Bloom 2017. Il suo stile? Accostamenti cromatici azzardati e gusto contemporary modern, ovviamente con un occhio di riguardo alla stagionalità. Il suo profilo Instagram è ancora agli inizi, ma regala comunque ispirazioni interessanti: una su tutti, i fiori “in boccia”.

A post shared by (@redvalentino) on

A post shared by (@neevajay) on

Philip Corps in realtà è uno scultore, il suo incontro con il flower design “just happened” dice lui, che ha una visione molto romantica di questa professione: si tratta di interpretare i sogni delle persone. Il suo lavoro si divide tra matrimoni, allestimenti e Tv: nella serie Poldark, ambientata alla fine del XVIII secolo, ogni fiore contribuisce alla personalità del personaggio. Sul suo profilo Instagram regala tantissime ispirazioni, con tutti i nomi delle varietà scelte.

A post shared by (@phillipcorpsflowers) on

A post shared by (@phillipcorpsflowers) on

Quello di Larry Walshe è un gusto sontuoso, fatto di colori e texture che si combinano in composizioni drammatiche: i suoi progetti si intrecciano con gli abiti quando collabora con le case di moda, ma anche con le architetture come nell’installazione al Design Centre Chelsea Harbour, dove ha ricostruito degli universi vegetali sospesi al soffitto. Oltre che su Instragram, è attivo anche sul suo blog, dove regala preziosi consigli su come usare i fiori in ogni occasione, dal matrimonio al bar mitzvah.

A post shared by (@larrywalshe) on

Willow Crossley arriva dal mondo del design e da una laurea in giornalismo di moda. Quello con i fiori per lei è un rapporto naturale, indice di un modo di vivere in armonia con la natura. Composizioni selvagge e ribelli che rinunciano alle rose rosse in favore di cavolo rosa e prezzemolo, con fogliame raccolto direttamente nel suo giardino e un ritmo che segue quello delle stagioni. Da seguire anche per la divertente combinazione di fiori e disegni!

A post shared by (@willowcrossleycreates) on

A post shared by (@willowcrossleycreates) on

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
читать детальнее на сайте

www.arbud-prom.com.ua