ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra , che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra , inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

irefuse Italia

A Milano apre Wood*ing, il primo bar endemico al mondo

Ingredienti selvatici, erbe spontanee e infusi per i piatti e cocktail rigorosamente wild del nuovo locale in zona Isola

wood-ing-bar-a-milano
© Marco Varoli

Milano, zona Isola, dove la successione di negozi tra il vintage e il bio di un quartiere orizzontale che guarda dal basso i grattacieli della nuova città si fa vanto di tener lontano catene e franchising, il 3 di ottobre ha inaugurato Wood*ing bar, il primo bar endemico al mondo, braccio destro dell'omonimo food lab, Wood*ing Wild Food Lab – laboratorio per la ricerca, lo studio e la sperimentazione del cibo selvatico per l’alimentazione umana – esclusivamente dedicato alla conservazione e preparazione del cibo selvatico.

Wood*ing bar non è solo un bar a Milano, ma un’esperienza, uno spazio degustativo e formativo, dal format avveniristico. L’insegna è quella di un vecchio colorificio di via Garigliano e la location è abbellita da richiami vegetali.

Il bar è privo di bancone e barman, poiché i piatti e i drink vengono preparati direttamente dal laboratorio-cucina adiacente.

Tutte le foto: © Marco Varoli

Prima di assaggiare i sapori insoliti dei 12 piatti strettamente wild offerti da Wood*ing, Valeria Margherita Mosca, direttrice del progetto, consiglia un reset completo del palato con l’acqua aromatizzata all’abete rosso, offerta all’ingresso. “Il nostro obiettivo è quello di sperimentare, raccogliere, catalogare il cibo selvatico rendendo commestibili anche parti dei vegetali che tendenzialmente non vengono mangiate” spiega. 

All’interno, lo stile è raw, semplice e autentico, con muri scrostati dal tempo, lasciati tali e quali, elementi vegetali che sembrano riappropriarsi dello spazio e quattro lunghe tavolate di legno di cedro del Libano, ovviamente recuperate.

LEGGI ANCHE:
La storia di Milano in 5 bar
The Spirit, il nuovo locale di Milano da provare


di Ilaria Spontoni / 6 Ottobre 2017

CORNER

Interior Decoration collection

[Interior Decoration]

Un laboratorio spettacolare

Dimorestudio progetta il nuovo negozio Oliver Peoples a Miami

negozi di design

[Interior Decoration]

Il tropicalismo va di moda

Il nuovo concept store di Prada inaugurato a Miami

negozi di design

[Interior Decoration]

Caffè sì, tavoli no

Un coffee bar senza tavolini – ma con co-working – a Pechino

Uffici di design

[Interior Decoration]

Desideri in cucina

Casamenu, la piattaforma con tutti gli ingredienti della cucina

cucine di design

[Interior Decoration]

L'hotel nella fabbrica di ceramica

Antico e moderno per un'allure senza pari nel centro di Maastricht

Hotel di design

[Interior Decoration]

Quattro amici al bar

Fiori, design e cucina da scoprire dietro un portone milanese

Lifestyle

[Interior Decoration]

Barocco con Twist

Con Gwenael Nicolas nella nuova boutique Dolce&Gabbana

negozi di design

[Interior Decoration]

Il design arabo e l'Europa

Il nuovo ristorante Shababeek a Dubai, firmato Pallavi Dean

ristoranti di design

[Interior Decoration]

Lusso ad Hong Kong

Alla scoperta dei nuovi interni del The Fleming Hotel di Hong Kong

Hotel

seo продвижение

©2017 irefuse - - P. | VIA Monyka Salym, 6, ,

| | |