ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra , che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra , inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

irefuse Italia

The Student Hotel, il nuovo place to be in una vecchia fabbrica di ceramica

Maastricht, apre un nuovo indirizzo firmato The Invisible Party in cui antico e contemporaneo generano un'allure senza eguali

00-the-student-hotel-maastricht
Sal Marston Photography

The Student Hotel apre i battenti nel frizzante quartiere di Sphinxkwartier a Maastricht. La nuova location è il noto De Eiffel, antico edificio un tempo fabbrica di sanitari appartenente al brand di ceramica Royal Sphinx. Firmano gli interni i designer dello studio di Amsterdam The Invisible Party. Colori e materiali contemporanei si mixano a dettagli antichi che rendono omaggio alla storia di questo vero e proprio monumento industriale di inizio Novecento.

 

 

Infatti The Invisible Party ha trasposto l'identità dell'hotel in uno spazio giocoso in cui passato e presente si incontrano e si mescolano: il carattere industriale dell'edificio e l'identità grafica multicolore che contraddistingue The Student Hotel dialogano reciprocamente conferendo una forte caratterizzazione agli spazi comuni. Non mancano poi riferimenti ironici, come le due sfingi color pastello che fanno la guardia all’ingresso, riferimento esplicito a una vecchia pubblicità del brand che era proprietario della fabbrica. Poi ancora una piattaforma rialzata vicino alla hall che sembra essere sorretta dai vasi del WC.

 

 

Ma qual è stata la sfida più importante per The Invisible Party nell’affrontare questo progetto? Trasformare uno spazio industriale algido e in un luogo il più intimo e caldo possibile. Per fare questo l’impiego di materiali morbidi e la riduzione dell’altezza dei solai hanno giocato un ruolo determinate. Così striscioni e tende in tessuto semitrasparente sono appesi in tutto l'hotel, con lo scopo di ammorbidire gli spazi molto alti ma senza nascondere alcunché. Contribuiscono poi a rende accogliente lo spazio i mobili dai colori vivaci, le grafiche sulle pareti, i tappeti e i divisori imbottiti: tutto è studiato per assicurare il massimo comfort a tutti i residenti temporanei.

 

 

Ciliegina sulla torta per dell’intervento sono le collaborazioni con numerosi artisti che hanno contribuito ad arricchire gli interni, dalle grafiche di Gino Bud Hoiting alle piastrelle dei porcellanisti di studio Vormstof

Nel complesso Invisible Party ha esaltato sia la storia che il presente dell’edificio con un design d'interni chiaro e attraente che si riflette allo stesso modo nell'impressione generale e in una miriade di dettagli.

LEGGI ANCHE:

Sapete già dove andare in vacanza a Natale?

Tutto quello che c'è da sapere sul progetto irefuse Grand Hotel

Una stanza in mezzo al lago


di Pietro Terzini / 7 Dicembre 2017

CORNER

Interior Decoration collection

[Interior Decoration]

Caffè sì, tavoli no

Un coffee bar senza tavolini – ma con co-working – a Pechino

Uffici di design

[Interior Decoration]

Desideri in cucina

Casamenu, la piattaforma con tutti gli ingredienti della cucina

cucine di design

[Interior Decoration]

Quattro amici al bar

Fiori, design e cucina da scoprire dietro un portone milanese

Lifestyle

[Interior Decoration]

Barocco con Twist

Con Gwenael Nicolas nella nuova boutique Dolce&Gabbana

negozi di design

[Interior Decoration]

Il design arabo e l'Europa

Il nuovo ristorante Shababeek a Dubai, firmato Pallavi Dean

ristoranti di design

[Interior Decoration]

Lusso ad Hong Kong

Alla scoperta dei nuovi interni del The Fleming Hotel di Hong Kong

Hotel

[Interior Decoration]

Le camere delle Meraviglie

4 installazioni di cristallo firmate da 4 artisti per Swarovski

Installazioni

[Interior Decoration]

Una birra a Milano

Dwa reinterpreta il bar italiano degli anni '30 per Birrificio Italiano

lounge bar

[Interior Decoration]

In carrozza!

Bombay approda a Londra con un ristorante ispirato ai suoi treni

ristoranti di design

©2017 irefuse - - P. | VIA Monyka Salym, 6, ,

| | |