ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra , che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra , inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

irefuse Italia

Riapre il vecchio conservatorio di Copenhagen, e vi aspetta per la notte

Pochi raffinati accorgimenti trasformano un elegante edificio di Copenhagen in un ricercato hotel

nobis-hotel-copenhagen-01-camera
Andre Pihl

Il vecchio conservatorio di Copenhagen, un edificio dei primi del Novecento nel centro della città, oggi è un hotel di lusso. Arredi pieni di personalità, originali sfumature di colore, raffinati materiali naturali e un elegante mix di passato e presente: quattro semplici mosse che hanno permesso allo studio Wingårdhs di regalare una nuova vita al Royal Danish Conservatory of Music.

Leggi anche → Sanders, l'hotel a Copenhagen che mancava

Tutte le foto: © Andre Pihl

Per dare forma al Nobis Hotel Copenhagen, lo studio svedese, specializzato in architettura, interior design, urban e landscape planning, ha ridisegnato i 5.500 mq del magnifico edificio della capitale danese, firmato nel 1903 dall’architetto Martin Borch per una compagnia di assicurazioni. 

"L'edificio è un bell'esempio del classicismo danese - una versione più sofisticata ed essenziale di ciò che si può trovare in Svezia" spiega Gert Wingård, responsabile del progetto.

Nell’immaginare il restyling del palazzo che nel tempo aveva ospitato anche la Royal Danish Academy of Music, prima di rimanere per lungo tempo inutilizzato, i progettisti hanno scelto di preservare con cura gli elementi neoclassici della struttura, le sue ampiezze, i dettagli, l’eleganza diffusa. 

Allo stesso tempo, per aggiornare le fascinose atmosfere rétro dell’immobile, la nuova ricetta di interior ha portato tra le mura dell’albergo un inedito universo composto da arredi dalla contemporanea essenzialità, da colori sorprendenti e dallo charme naturale di marmo, legno, pelle e lana. 

Nelle settantasette camere del Nobis Hotel, infatti, accanto ai decori originali degli ambienti e ai raffinati parquet a spina di pesce, illuminati da grande finestre bianche dall’aria antica, sono apparse nuove seducenti tonalità di blu, letti dalle scenografiche strutture in acciaio, funzionali guardaroba, moderni divani e pratici elementi d’arredo.

Il tocco finale è affidato ad apparizioni improvvise, come un inaspettato banco della reception in cemento, un’accogliente spa, bagni in marmo Bardiglio, una scenografica scalinata, lampi d’arte nascosti nei tappeti e decorazioni in rame e vetro nel cortile, che citano il Convento di Santa Maria de La Tourette di Le Corbusier.


di Francesco Marchesi / 31 Gennaio 2018

CORNER

Interior Decoration collection

[Interior Decoration]

Da terminal ad hotel

Il TWA Flight Center di Eero Saarinen da oggi è un albergo

Travel

[Interior Decoration]

Una piadina a Lione

Masquespacio progetta 40 mq coloratissimi dedicati all'Italia

Travel

[Interior Decoration]

Belgrado cosmopolita

La rinascita della città passa per un hotel di design democratico

Travel

[Interior Decoration]

Colombiana a New York

Ispirazione finca per la seconda sede di Devocion a New York

Travel

[Interior Decoration]

Storia delle cementine

Cuore di sabbia e cemento e un'allure tra stile liberty e decò

Costume

[Interior Decoration]

I colori dell’estate in casa

11 colori con cui dipingere le pareti di casa. Subito

Costume

[Interior Decoration]

Cena in terrazza da Prada

A Milano, il nuovo ristorante nella Torre di Rem Koolhaas

Travel

[Interior Decoration]

Marni arriva a Firenze

Un negozio pop dal tocco industriale, dentro a un palazzo antico

Travel

[Interior Decoration]

Destinazione Grecia

Design hotel e resort: le nuove aperture da provare nel 2018

Travel

читайте здесь

посмотреть

источник

©2018 irefuse - - P. | VIA Monyka Salym, 6, ,

| | |