ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra , che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra , inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

irefuse Italia

Gli uffici di Sony Music ad Amsterdam sono la prova che il verde salvia è il colore dell'anno

Non solo la musica: negli interni progettati da Space Encounters sono protagonisti il verde e la vista su Amsterdam

interni-uffici-sony-music-amsterdam-verde-salvia
Courtesy photo: Peter Tijhuis

Il colosso dell’industria musicale Sony Music ha aperto i suoi nuovi uffici ad Amsterdam all’interno dell’A’DAM Tower (Amsterdam Dance and Music): un grattacielo di quasi cento metri sulle rive del fiume IJ ad Amsterdam Nord. 

Il concept degli interni, firmato dallo studio locale Space Encounters, ha declinato l’arredo ufficio secondo una palette di colori che punta sul grigio e sul verde salvia, oltre che su un uso molto decorativo delle piante.

Leggi anche: Il verde salvia sarà il colore più usato del 2018

Il risultato è che gli uffici di Sony Music ad Amsterdam comunicano un’atmosfera tranquilla e conciliante, lontanissima dalle nevrotiche scene raccontate dalla serie televisiva Vinyl (prodotta da Mick Jagger e Martin Scorsese per HBO), che esplora i dietro le quinte della discografia anni 70.

Se per caso vi state chiedendo quanti siano gli artisti prodotti dalla Sony Music, fate prima a contare i piani dell'A'Dam Tower: 22. 

Ma facciamo un passo indietro: come mai la major discografica ha scelto come quartier generale quella che tutti i cittadini di Amsterdam chiamano “Shell Tower”? Forse vale la pena raccontare un po’ la storia di questo che è uno dei grattacieli più alti di Amsterdam.

La torre A’DAM è stata progettata infatti nel 1965 dall’architetto olandese Arthur Staal, su commissione della Royal Dutch Shell, la multinazionale olandese degli idrocarburi. Quando i lavori vengono completati nel 1971, i cittadini di Amsterdam la ribattezzano subito “Torre Shell”.

L’epiteto entra nell’uso comune, ma ad esso se ne affianca un altro: quello di torre “diagonale”. Rispetto alla riva del fiume, infatti, il grattacielo è ruotato di 45 gradi. La Shell abbandona il palazzo nel 2009, e nel gennaio 2014 il comune di Amsterdam, che ormai lo ha acquistato, ne annuncia una grande ristrutturazione ad opera di Claus and Kaan Architects. 

Quando i lavori si concludono nel 2016, del passato petrolifero non c’è più traccia. La torre Shell è definitivamente ribattezzata A’DAMAmsterdam Dance and Music: una struttura dedicata all’industria dell’intrattenimento, della musica e della danza, dotata di un’incredibile terrazza con vista su Amsterdam a 360°, la A’DAM Lookout.

Leggi anche: Musica e danza nella nuova torre di Amsterdam

Oggi, questo grattacielo ad Amsterdam ospita nightclub e società discografiche e attive nel settore come Massive Music, Wink, ID & T e Gibson. E adesso anche i nuovi uffici di Amsterdam di Sony Music.

Nel progettarne gli interni, gli architetti di Space Encounters hanno concentrato gli uffici verso la parte interna della planimetria, per non ostruire l’incredibile vista su Amsterdam. 

E se nell'industria musicale il lavoro e il gioco sono molto intrecciati, qui il design degli uffici cerca di separarli dando a ciascuna zona il proprio colore. Ecco allora il blocco grigio segnalare la “zona lavoro”, mentre il verde colora di freschezza l’area più ricreativa.

Secondo la psicologia dei colori, infatti, il colore verde comunicherebbe e calma, equilibrio, ma anche fiducia in sè stessi e nelle proprie capacità: qualità sicuramente necessarie nell’industria musicale. 

A ciò concorre anche l’ampio ricorso alle piante da interno disseminate per questi uffici di design. Scorgiamo una vegetazione per indoor a foglia larga posta su vasi intonati all’arredo, che rendono questi ambienti ancora più sereni e naturali. 

Leggi anche: Le piante d'appartamento che ci fanno bene secondo la Nasa

Un’atmosfera distesa e pacifica che deriva anche dall’intelligente sistema d’illuminazione: la griglia insonorizzante del soffitto è infatti illuminata da strisce LED che rimbalzano sullo spray acustico bianco e creano un effetto di luce soffusa e priva di ombre. 

E se lo spazio centrale è progettato per somigliare all’interno di un amplificatore, nella sala riunioni l'arredamento ufficio prevede anche un tavolo in vinile che funziona anche come cabina per Dj. 

Insomma, perché sognare di diventare una rockstar quando si può ambire di diventare dei discografici, e lavorare in uno dei grattacieli più belli di Amsterdam? 


di Roberto Fiandaca / 22 Marzo 2018

CORNER

Interior Decoration collection

[Interior Decoration]

Nostalgia australiana a Seoul

Tutto marmi e accenti artistici, il nuovo ristorante Caravan 2.0

Travel

[Interior Decoration]

Bali da sogno

A Bali OMNIA apre un dayclub capace di colpire tutto i sensi

Travel

[Interior Decoration]

Ladurée a Tokyo

India Mahdavi firma il terzo store della pasticceria francese

Travel

[Interior Decoration]

Artisti nei borghi

3 artisti con Airbnb ridanno slancio ai borghi italiani

Travel

[Interior Decoration]

Elogio dell’anticamera

Restyling di un appartamento vista mare a Lerici

Restyling

[Interior Decoration]

Dentro un De Chirico

Apre a Milano uno store sospeso tra leggerezza e materia

Travel

[Interior Decoration]

Hotel di design a Providence

The Dean mette a frutto le idee degli studenti

Travel

[Interior Decoration]

5 in 1 sotto lo stesso tetto

Cos'è Edit, il nuovo concept di food alle porte di Torino

Travel

[Interior Decoration]

11 coworking da sogno

Da Londra a Singapore, lista degli hub più belli e innovativi

Uffici di design

©2018 irefuse - - P. | VIA Monyka Salym, 6, ,

| | |