ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra , che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra , inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

irefuse Italia

Dentro all'hotel di lusso più esclusivo di Hong Kong

Ottoni satinati e mogano, gusto da epoca industriale che strizza l’occhio allo stile marittimo e tanti dettagli tutti perfetti: il nuovo look vince e convince

00-hotel-di-lusso-the-fleming-hotel-hong-kong
Dennis Lo

Il nuovo concept di The Fleming Hotel a Hong Kong: contemporaneo, dettagliato e nautico, un inno all’heritage culturale della metropoli

Dopo nove anni l'hotel di lusso The Fleming Hotel di Hong Kong si ripropone con un nuovo inedito restyling: tutto merito del prestigioso Studio A Work of Substance che, nel suo primo progetto hoteliero, ha avuto la capacità di aggiungere un gusto legato al luogo capace di rispecchiare lo spirito della metropoli. Della storia dell’ex colonia britannica c’è molto nei nuovi interni dell’hotel che si riposiziona in questa maniera come il principale nel settore design boutique hotel. Lo scopo dei lavori di ristrutturazione è quello di divenire la scelta preferita tra i viaggiatori che, attenti allo stile, vogliono sentirsi collegati alla storia e all’attualità di una città che vive 24/24. Tra le fonti di ispirazione sicuramente troviamo lo stile delle tipiche navi da crociere spesso presenti nel gigantesco porto di Hong Kong e del loro patrimonio marittimo veramente unico. Le 66 nuove camere, disponibili in quattro diverse dimensioni, hanno pavimenti in legno, una luce calda e avvolgente e presentano una pallette cromatica che va dai toni del bottlegreen a quelli del blu navy rifinito con dettagli in rilievo in grado di creare uno spazio invitante. Ogni camera è inoltre caratterizzata da fotografie di artisti provenienti da Hong Kong. Tantissimi sono i dettagli e i punti forza architettonici da mettere in evidenza negli interior di questo hotel di lusso: a cominciare dagli interrutori elegantemente contornati da un quadro elettrico in ottone satinato, fino all’accesso alla lounge, uno spazio comune per rilassarsi e sorseggiare diversi tipi di tè gratuiti.

L’esperienza inizia già dall’arrivo alla reception che ispirandosi al patrimonio culturale unico di Hong Kong, mostra, dietro al banco del ricevimento, uno sfondo che ricorda le vecchie cassette postali cinesi. Dopo questo primo forte impatto si sale nelle camere posizionate che occupano un edificio degli anni '70, che sorgeva di fronte al molo di Wan Chai prima dell’intervento di ristrutturazione urbanistica. Un dettaglio da non sottovalutare visto che buona parte del nuovo concept dell'hotel di lusso si affida proprio al gusto del business hotel dell'era industriale di Hong Kong. Il Cross Harbour Ferry, infatti, non solo collega le due rive del porto ma è l'epitome dell'efficienza, della cultura di Hong Kong e dell'interazione sociale, valori che formano l’heritage della metropoli e che segnano fortemente lo stile del progetto.

Non è quindi un caso che The Fleming occupi una posizione centrale nel vivace quartiere Wan Chai, a pochi minuti dai luoghi più importanti della città, e a solo 40 minuti dall’aeroporto. Con uno stile unico e funzionale, The Fleming utilizza i dettagli per il proprio racconto incentrato su un autentico senso del luogo, a partire dall’illuminazione esterna ispirata alle strutture di bambù fino ai sedili in stile Cross-Harbor Ferry, dai luccicanti ascensori ai bagni entrambi concepiti nella tradizionale lacca rossa. L'influenza dell’heritage marittimo di Hong Kong la ritroviamo invece nella struttura dei letti e delle scrivanie di stile contemporaneo concepite su misura per tutte le 66 camere, così come nella grafica e nei servizi per gli ospiti dell'hotel, tra cui un gel doccia dal profumo di legno di sandalo e ambra creato in esclusiva per l’hotel secondo i dettami della farmacia cinese.

Verde bottiglia, blu navy, i tanti dettagli in ottone satinato, il colore oro e il rosso fiammante della lacca, il caldo marrone dei legni pregiati, il primo progetto di design alberghiero di Studio A Work of Substance non ha avuto timore di coinvolgere le tante anime storiche di Hong Kong per reinterpretarle grazie anche all’uso indovinato e misurato del colore per un effetto di elegante raffinatezza. Per completare l’offerta The Falming ha scelto la cucina del pluristellato Luca Marinelli che alla guida dell’Osteria Marzia offre i suoi piatti della cucina marinara italiana in interni ispirati alla luminosità delle acque del Mediterraneo con largo utilizzo della ceramica blu per un setting nautico e contemporaneo. Qui l’illuminazione è rappresentata da larghe sfere di vetro che ricordano non solo le lanterne dei pescatori ma anche il romanticismo della luna piena.

LEGGI ANCHE:

Citterio e Viel autori del nuovo irefuse Grand Hotel

La Raia, nuovo resort nella campagna piemontese

Shelter o Loft? Dalla Danimarca l'hotel che non ti aspetti


di Paola Testoni / 4 Dicembre 2017

CORNER

Interior Decoration collection

[Interior Decoration]

Caffè sì, tavoli no

Un coffee bar senza tavolini – ma con co-working – a Pechino

Uffici di design

[Interior Decoration]

Desideri in cucina

Casamenu, la piattaforma con tutti gli ingredienti della cucina

cucine di design

[Interior Decoration]

L'hotel nella fabbrica di ceramica

Antico e moderno per un'allure senza pari nel centro di Maastricht

Hotel di design

[Interior Decoration]

Quattro amici al bar

Fiori, design e cucina da scoprire dietro un portone milanese

Lifestyle

[Interior Decoration]

Barocco con Twist

Con Gwenael Nicolas nella nuova boutique Dolce&Gabbana

negozi di design

[Interior Decoration]

Il design arabo e l'Europa

Il nuovo ristorante Shababeek a Dubai, firmato Pallavi Dean

ristoranti di design

[Interior Decoration]

Le camere delle Meraviglie

4 installazioni di cristallo firmate da 4 artisti per Swarovski

Installazioni

[Interior Decoration]

Una birra a Milano

Dwa reinterpreta il bar italiano degli anni '30 per Birrificio Italiano

lounge bar

[Interior Decoration]

In carrozza!

Bombay approda a Londra con un ristorante ispirato ai suoi treni

ristoranti di design

©2017 irefuse - - P. | VIA Monyka Salym, 6, ,

| | |