ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra , che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra , inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

irefuse Italia

Zen all'italiana, il nuovo hotel extra lusso di Shanghai sceglie un architetto made in Italy

Come si rappresenta in un albergo di lusso una città in cui i grattacieli sorgono accanto agli alloggi tradizionali? Mixando design contemporaneo e tradizione cinese, come nell'ultimo arrivato della catena Swire Hotels firmato Piero Lissoni

hotel-a-shanghai-the-middle-house-piero-lissoni-swire-hotels
Caroline Cheng

The Middle House Hotel di Shanghai si è avvalso del contributo architettonico di Piero Lissoni per gli interni e la facciata 

Piero Lissoni ha mescolato un tocco locale alla sua estetica modernista per il suo progetto della Middle House, la quarta proprietà del gruppo The House Collective di Swire Hotels a Shanghai: un brand nato meno di dieci anni fa, che sta rivoluzionando il settore degli hotel di lusso in Asia al motto di "individualità, design sofisticato e servizio straordinario".

Leggi anche: Una selezione di design hotel a Pechino

The Middle House prosegue in questo intento di associare l'idea del boutique hotel con quella dell'esperienza locale creando un'oasi elegante e tranquilla nello storico quartiere Dazhongli di Shanghai, accanto all'elegante Nanjing Road West con un mix di elementi locali e design contemporaneo affidati a Piero Lissoni, incaricato di riprodurre i contrasti di una città in cui gli alloggi tradizionali in stile shikumen si trovano fianco a fianco con i grattacieli, e gli chef internazionali cucinano accanto ai venditori di cibo di strada. 

Leggi anche: A Shanghai il centro commerciale verticale che funziona come una piazza

Per gli interni, l'architetto italiano si è ispirato al ricco patrimonio artistico e culturale di Shanghai, sposando il suo stile minimalista con gli elementi classici della metropoli cinese. La sua firma è evidente nelle combinazioni sottili di linee audaci ma di forte impatto visivo come per la scelta dei materiali e dei colori. Il tema generale è stato poi arricchito da decorazioni e arredi personalizzati ispirati alla cultura e all'artigianato di Shanghai, con il risultato finale di un intrigante connubio tra vecchio e nuovo.

L'idea alla base del progetto di interior design del nuovo hotel di Shanghai si fonda su una combinazione di diverse forme espressive: le caratteristiche stilistiche tipiche della storia e della cultura dell'artigianato locale sono poste in relazione con elementi contemporanei per generare un attraente equilibrio spaziale basato su un stile dominato dal contrasto di materiali e colori, con aree interne sofisticate ed eleganti, nella loro semplicità studiata fin nei minimi dettagli.

Attingendo alla sua decennale esperienza nella creazione dei mobili italiani contemporanei, Lissoni ha creato moderne reinterpretazioni dei mobili tradizionali cinesi per le camere degli ospiti, tra cui comodini in stile orientale, lampade da tavolo contemporanee e lunghe panche nella zona giorno. Completati da ampie finestre che offrono vedute uniche sulla città, i divisori trasparenti servono ad illuminare ogni stanza degli ospiti e creare un senso naturale dello spazio. Pareti retroilluminate e schermi vetrati vengono utilizzati anche per illuminare le aree del bagno altrimenti appartate.

Per il tocco finale perfetto, ogni stanza espone anche squisite opere d'arte cinese. Le camere di The Middel House sono arredate con una combinazione di elementi di design contemporaneo, pezzi su misura e alcune reinterpretazioni moderne di mobili asiatici tradizionali. Vari accessori conferiscono un'atmosfera domestica allo spazio. Per le suites del residence si è optato per delle partizioni semitrasparenti che creano l'effetto di un grande spazio aperto. Pannelli scorrevoli in legno finemente intagliati, caratterizzati da un tipico disegno cinese, formano una delicata barriera tra la camera da letto e la zona giorno.

I colori dominanti sono un bianco morbido, utilizzato per le pareti, e un marrone scuro scelto per il parquet di bambù spazzolato e il pavimento in ceramica del bagno. Gli arredi contemporanei sono mescolati con elementi della tradizione locale, mentre alcuni accenti di colore appaiono sui mobili e oggetti vintage. Il lavoro di Piero Lissoni e lo Studio Lissoni Architettura comprende anche il progetto della facciata esterna dell'hotel caratterizzata da una serie di persiane rotonde in alluminio, che forniscono ombra e privacy alle stanze degli ospiti, creando al tempo stesso un'estetica strutturata che distingue visivamente le due torri dell'hotel dagli sviluppi circostanti. 


di Paola Testoni / 13 Febbraio 2018

CORNER

Interior Decoration collection

[Interior Decoration]

Europa arrivo!

Una selezione degli hotel più particolari da provare nel 2018

Travel

[Interior Decoration]

Casa Matilda a Milano

Un nuovo ristorante italiano ha aperto sui Navigli

Travel

[Interior Decoration]

La moda ai fornelli

A Milano gli stilisti vestono la tavola e portano lo stile al ristorante

Travel

[Interior Decoration]

Chalet azzurro PyeongChang

Casa Italia porta la prospettiva alle Olimpiadi invernali

Costume

[Interior Decoration]

I 10 colori dell'autunno 2018

I colori che ci aspettano, tra moda e interior design

Costume

[Interior Decoration]

I colori che vorremo

I migliori colori per dare carattere carattere ai nostri interni

Costume

[Interior Decoration]

Lenny Kravitz, villa da star

38 milioni di dollari per una dimora da sogno sulle Hollywood Hills

casa moderna

[Interior Decoration]

Il cinema si fa speakeasy

Mentre i cinema chiudono, a Milano apre Cinemino

Costume

[Interior Decoration]

7 cucine importanti

Da Friends ai Robinson, la serie tv passa dai fornelli

Costume

©2018 irefuse - - P. | VIA Monyka Salym, 6, ,

| | | | Comunicato tariffe politiche elettorali