ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra , che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra , inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

irefuse Italia

The Principal, l'ultimo grand hotel di Londra tornato agli antichi splendori

Un perfetto connubio di antico e moderno per un hotel dal gusto raffinato ed elegante che riporta in vita uno storico albergo di Bloomsbury

The Principal London

Antico e moderno si mescolano in una miscela perfettamente equilibrata nel Palm Court, cuore pulsante del The Principal e vero salotto per il quartiere di Bloomsbury

Il prossimo giugno riaprirà i battenti l’hotel The Principal nel cuore di Bloomsbury, a Londra ( a partire da circa £225 per una doppia).

Originariamente progettato dall’architetto inglese Charles Fitzroy Doll nel 1898 e noto come Hotel Russell, questo storico hotel di Londra si distingue per l’imponente facciata in terracotta rinascimentale lungo Russell Square; l’intervento di rinnovamento attuato da Tara Bernerd & Partners mira a soddisfare le esigenze dei fruitori contemporanei senza offuscare il ricco passato dell’edificio, in un mix equilibrato di estetica contemporanea e dettagli antichi.

Leggi anche: The Pilgrm, il nuovo "albergo-gioiello" di Londra

La stessa Tara Bernerd commenta:”Siamo lieti di lavorare con Barry Sternlicht e il suo team su The Principal London. Barry è un visionario e ammiro la sua energia. L'edificio stesso ha una straordinaria eredità che ha sede su Russell Square, nel cuore della storica Bloomsbury e il nostro ruolo è stato quello di custodi, sposando il vecchio con le richieste di ciò che è appropriato per gli anni futuri al fine di ripristinare uno dei punti di riferimento iconici di Londra per il suo antico splendore. Il gioiello della corona è senza dubbio il Palm Court, che ora costituisce il cuore stesso della proprietà e diventerà senza dubbio uno dei nuovi centri sociali della città. È un onore essere coinvolti in questo progetto.”

Con le sue 334 camere e suites The Principal offre ai clienti un ambiente caldo e accogliente dove potersi sentire a proprio agio, con un gusto raffinato ed elegante che miscela materiali pregiati e morbidi velluti drappeggiati, raccontando un'identità nazionale senza cadere nello stereotipo.

Un aspetto che è diventato identificativo del marchio Principal Hotel: ad esempio, il Principal Edinburgh Charlotte Square trova nelle case georgiane un'atmosfera residenziale e privata, mentre a Manchester, nell'ex sede della Refuge Assurance Company,  si trova un'atmosfera rustica e bizzarra.

Qui a Londra, nessuna Union Jack ma colori neutri che non diventano banali grazie a tocchi di toni profondi come il melanzana, il prugna e il blu scuro.

I corridoio che conducono alle stanze hanno lampade a campana con nappe e i bagni sono arricchiti da soffioni in stile vittoriano che fanno da tributo alla storia dell’hotel.

I pavimenti originali in marmo presentano inserti a mosaico, le pareti sono rivestite con pannellature in legno alternate a inserti in marmo; i ricchi velluti declinati nei colori salvia e blu scuro sono stati utilizzati per ricreare la classica ambientazione delle club house, i lampadari in ottone anticato si adattano perfettamente ai mobili della metà del secolo per un richiamo al passato storico e soddisfano le esigenze e le aspettative dell'ospite moderno.

Dopo aver ripristinato parte del design originale del soffitto dell'edificio con una sottile retroilluminazione utilizzata per creare l'illusione di un tetto di vetro, la planimetria esistente è stata ripensata introducendo un caminetto murato e porte in vetro che conducono a un piccolo scrigno all’aperto, spazio perfetto per incontri intimi. Le finiture di luce e i materiali naturali creano un'oasi nel cuore della città.

Nelle camere i pavimenti sono rivestiti con moquettes dalle morbide trame personalizzate e i letti a baldacchino arricchiti da tende drappeggiate nei tenui colori dei tessuti naturali. Le pareti sono trattate con vernici en pendant con gli arredi e impreziosite con cornici a rilievo dal gusto moderno e lineare, gli armadi arricchiti con ante a specchio che illuminano e amplificano lo spazio. L’illuminazione artificiale è ottenuta attraverso l’uso di plafoniere e applique realizzate su disegno personalizzato in ottone anticato e vetro opaco.

 

 


di Chiara Pasini / 7 Maggio 2018

CORNER

Interior Decoration collection

[Interior Decoration]

Da terminal ad hotel

Il TWA Flight Center di Eero Saarinen da oggi è un albergo

Travel

[Interior Decoration]

Una piadina a Lione

Masquespacio progetta 40 mq coloratissimi dedicati all'Italia

Travel

[Interior Decoration]

Belgrado cosmopolita

La rinascita della città passa per un hotel di design democratico

Travel

[Interior Decoration]

Colombiana a New York

Ispirazione finca per la seconda sede di Devocion a New York

Travel

[Interior Decoration]

Storia delle cementine

Cuore di sabbia e cemento e un'allure tra stile liberty e decò

Costume

[Interior Decoration]

I colori dell’estate in casa

11 colori con cui dipingere le pareti di casa. Subito

Costume

[Interior Decoration]

Cena in terrazza da Prada

A Milano, il nuovo ristorante nella Torre di Rem Koolhaas

Travel

[Interior Decoration]

Marni arriva a Firenze

Un negozio pop dal tocco industriale, dentro a un palazzo antico

Travel

[Interior Decoration]

Destinazione Grecia

Design hotel e resort: le nuove aperture da provare nel 2018

Travel

©2018 irefuse - - P. | VIA Monyka Salym, 6, ,

| | |