ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra , che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra , inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

irefuse Italia

Sogni una baita in montagna? Ecco come ricrearla in un sottotetto

A Courmayeur Fabio Fantolino sceglie legno recuperato e acciaio brunito per ricreare la tipica atmosfera di uno chalet di montagna

baita-in-montagna-sottotetto-courmayeur

In una mansarda a Courmayeur è stato ricreata l’atmosfera tipica della baita alpina grazie a legno riciclato ed elementi di acciaio brunito: un mix perfetto di tradizione e modernità. Qui la zona notta con un’opera dell’artista Fabio Pietrantonio

Chi non ha sognato almeno una volta il cocooning invitante di una baita in montagna? Il calore del legno mentre fuori nevica? A Courmayeur, ai piedi del Monte Bianco, è bastato un sottotetto di una tipica casa del luogo per creare l’ambiente accogliente di un caratteristico chalet.

I mezzi utilizzati per la metamorfosi sono il legno di abete riciclato ed elementi di acciaio brunito: l’abbraccio invitante della casa di montagna senza rinunciare a un rigoroso senso di contemporaneità. Pareti, soffitti e pavimenti, disegnati dallo studio di architettura Fabio Fantolino e realizzati dalla falegnameria locale Enriart, sono tutti caratterizzati da un’attenta selezione di legno di abete recuperato capace di conferire naturalità e comfort all’ambiente.

Contemporaneamente si è deciso di lasciare a vista le travi del tetto in cemento con lo scopo di accentuare ulteriormente il contrasto tra atmosfera di montagna e modernità. La cucina e la zona pranzo della baita sono state pensate come uno spazio continuo dove mescolare opere d’arte e arredi tessili con lo scopo di creare così diverse aree sempre molto intime e raccolte: un esempio è l’angolo dedicato alla lettura composto da una poltrona in cuoio e dalla luce soffusa della lampada Paw disegnata da Fabio Fantolino per Phanto mentre le opere e gli oggetti di arte contemporanea che arredano in particolare il living e la camera da letto sono dell’artista Fabio Pietrantonio.

La luce gioca un ruolo essenziale nel creare la giusta atmosfera per una vacanza in baita: anche qui la contrapposizione tra tradizione e modernità diventa il punto determinante: paralumi di stoffa plissettata vengono accostati a delle applique industriali di La Lampe Gras, poste sopra il tavolo da pranzo e nella camera da letto. Nei bagni e nella cucina l’elemento tradizionale sta nella scelta dei materiali: qui il legno grezzo viene accostato a rivestimenti di pietra grigia di Cogne, materiale tipico delle costruzioni della Valle d’Aosta.

SCOPRI ANCHE:
In Serbia un'architettura di montagna in chiave green
Trasformare una baita
→ Abitare una baita in ontagna a Madesimo
→ A Trento, un appartamento affacciato sulla natura


di Paola Testoni / 15 Novembre 2016

CORNER

Interior Decoration collection

[Interior Decoration]

Spa per la beat generation

AvroKo a Calistoga riecheggia i miti della generazione Jack Kerouac

Travel

[Interior Decoration]

A cena nei Caruggi

Sulle orme di Alessandro Borghese nei 4 ristoranti migliori di Genova

Travel

[Interior Decoration]

Chiesa con cucina

Duddell’s Hong Kong apre il suo gemello londinese in un'antica chiesa

Travel

[Interior Decoration]

Navigare nel lusso

Una locanda giapponese attraversa il Seto Inland Sea

Travel

[Interior Decoration]

Tendenza graniglia

Tutti i modi in cui interpretare in casa la vera mania del 2018

Lifestyle

[Interior Decoration]

Vacanza Muji

Il primo hotel del brand giapponese apre a Shenzen il 18 gennaio

Travel

[Interior Decoration]

Mixed metals

2018 all’insegna della contaminazione. Che luccica!

Costume

[Interior Decoration]

Spa-like feeling

Il 2018 vuole bagni domestici ispirati ai resort. Ecco come

Costume

[Interior Decoration]

Il giardino di Gucci

A Firenze un luogo che raccoglie l’immaginario della Maison

Costume

seo оптимизация киев

также читайте

подробно pharmacy24.com.ua

©2017 irefuse - - P. | VIA Monyka Salym, 6, ,

| | |