ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra , che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra , inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

irefuse Italia

In un B&B nella campagna di Padova, protezione, sostenibilità e convivialità in un’unica soluzione architettonica

Integrate Collective firma il B&B La Mugletta, sui Colli Euganei, con un progetto che abbatte tutte le barriere

b&b-padova-la-mugletta-integrate-collective
Antony Wilder

Immaginate di poter abbattere ogni barriera tra interni ed esterni, una casa dove, come in una capanna, la natura possa partecipare al benessere dei propri abitanti e scoprirete l’ultimo progetto del team di Integrate Collective per il B&B La Mugletta, nei pressi di Padova, sui Colli Euganei di Teolo. Sicuramente la natura così ricca, in questa antica zona vulcanica, è stata la fonte di ispirazione per questo progetto architettonico focalizzato sul rapporto armonico tra dimora e habitat, dove viene sottolineato il desiderio dei committenti di creare un accogliente e confortevole luogo di ricezione turistica, dove poter soggiornare in un’atmosfera di assoluto relax e dove poter recuperare il vero senso dell’“otium” abbracciati dalla natura.

Sono tante le parole-chiave di questo B&B: protezione, sostenibilità, crescita, benessere, convivialità e ad ognuna si è voluto rispondere con una soluzione architettonica e di design che sapesse sottolineare questo uso cosciente degli spazi abitativi e non solo. Infatti la sfida è stata anche dar voce ad altre istanze: in questo bed and breakfast di Padova, non solo spazi per soggiornare ma anche luoghi per un  laboratorio ceramico o per la sperimentazione culinaria che in un futuro potranno diventare anche momenti di integrazione con la disabilità facendo cadere le barriere mentali dopo che quelle architettoniche sono già state abbattute da questo progetto.

L’idea progettuale di IntegrateCollective è stata infatti quella di dare vita ad un unico spazio in cui natura e architettura si possano compenetrare senza soluzione di continuità. Per sottolinearlo si è usato l’elemento, fortemente caratterizzante, della grande vetrata ad angolo, vero punto focale di questo continuum tra in e out. Anche i materiali sono stati scelti col fine di rafforzare il legame con la natura circostante: un B&B a basso impatto ambientale infatti necessita di un connubio tra materiali naturali e soluzioni di alto livello tecnologico. In questo caso si è creata una struttura in legno XLAM con isolamento in fibra di legno e rivestimento esterno in larice naturale mentre il piano interrato, in cemento armato, gode di un isolamento in vetro cellulare. Anche dal punto di vista energetico, l’edificio è completamente autonomo: riscaldamento e raffrescamento sono affidati a scambiatori di calore che sfruttano l’energia termica presente nel sottosuolo mentre si recupera totalmente l’acqua piovana che viene convogliata in una cisterna interrata.

Gli interni di questo B&B di Padova sono minimalisti ma molto ospitali, forse grazie alla palette cromatiche di tinte calde mentre le sorgenti luminose sono interamente a LED e garantiscono un comfort visivo e una piacevole atmosfera. Un edificio coccolato anche nella cura dei dettagli che sono stati tutti disegnati su misura: dall’architettura agli arredi, dalle luci al brand. Persino il logo del B&B è stato creato da IntegrateCollective unendo le iniziali dei nomi di famiglia in un unico segno distintivo, simile a un fiore.

Per completare la descrizione di questo progetto, per il quale è stato coniato il nuovo termine di “naturarchitettura” non si può tralasciare di parlare anche dei principali elementi del paesaggio circostante connessi perfettamente con gli interni della nuova architettura. Si è voluto creare un giardino che viva, dalle forme morbide create da gruppi naturali di sempreverdi, arbusti, erbacee perenni ed erbe graminacee, capaci di scandire con la loro crescita il susseguirsi armonico delle stagioni. Oltre a preservare elementi già esistenti sono stati anche inseriti i tre colori fondamentali che caratterizzano gli interni dell’edificio e in particolare le camere: il verde, il giallo e l’arancione. Questi colori sono proposti attraverso la vegetazione, in varie tonalità e texture. 

SCOPRI ANCHE:

Locanda Pandenus: bed and breakfast di design a Milano

Bed and Breakfast in Puglia sospeso tra tradizione e innovazione

 


di Paola Testoni / 6 Agosto 2017

CORNER

Interior Decoration collection

[Interior Decoration]

Perfetta ma non troppo

Ecco la dimora ideale per una giovane famiglia

restyling

[Interior Decoration]

Molto più di un ostello

Una location di design sospesa nel tempo ad Austin

ostelli

[Interior Decoration]

New American Interiors

3 case mozzafiato tra San Francisco a New York

Casa moderna

[Interior Decoration]

Il calore del legno

Pavimenti in legno: dai grandi classici agli ultimi trend

pavimenti e rivestimenti di design

[Interior Decoration]

Ristrutturazione vetro e legno

Una vecchia piccola casa torna a splendere

Restyling

[Interior Decoration]

Casa green sulla spiaggia

Già negli anni ’70 William Morgan progettava la sua dimora secondo i nuovi canoni di sostenibilità

[Interior Decoration]

Una casa unfinished

L’arredamento orientale contemporaneo è più minimal che mai

stile minimal

[Interior Decoration]

Office in the sky

Gli uffici di Memocorp a Sydney sembrano un attico di lusso

uffici di design

[Interior Decoration]

La bakery di Pawson a Milano

Il maestro del minimalismo e il suo inconfondibile stile tornano a Milano

Lounge Bar

Vimaks sans ordonnance

our company

©2017 irefuse - - P. | VIA Monyka Salym, 6, ,

| | |