Abbiamo aggiornato la nostra Informativa Privacy. Consulta il nuovo testo

5 letti imbottiti visti nel 2017 che renderanno ancora più intima e accogliente la camera da letto

Protagonisti della zona notte, i letti che soddisfano la voglia di comfort e softness

letti imbottiti
Courtesy Photo

Il tessile applicato al mondo del design sta vivendo una seconda giovinezza, con un gran ritorno dei letti imbottiti. L'interior decoration ha rilanciato l'idea della casa morbida e la voglia di vivere in un ambiente soffice, quasi ovattato, coinvolge sia i rivestimenti che gli arredi. Tra questi spiccano i letti imbottiti che, nelle case contemporanee, devono fare i conti con la sempre maggiore richiesta di comfort e intimità di chi le abita. Nella zona letto, per esempio, le parole d'ordine sono privacy e softness e dunque, mentre il living e la cucina diventano ambienti sempre più aperti, conviviali e connessi come nei moderni loft, la camera da letto rafforza il proprio ruolo di spazio privato, dove rilassarsi, isolarsi e rigenerarsi. Il letto, naturalmente, ne è l’elemento protagonista e, date le premesse, oltre ad essere un letto di design deve avere una caratteristica irrinunciabile: deve rispecchiare lo stato di quiete che una persona cerca, deve essere avvolgente, soffice e super comodo. Vediamo 5 letti imbottiti, testimoni di questa tendenza, che fanno venir voglia di sdraiarsi anche solo a guardarli.





Pubblicità - Continua a leggere di seguito
letti imbottiti
Courtesy Photo

Il primo è uno dei letti imbottiti che, in occasione del Salone del Mobile Milano 2017, Carlo Colombo ha disegnato per Flou, azienda leader del settore nota, a livello internazionale, per la comodità dei suoi letti d'autore. Amal, un letto contenitore che va ad ampliare la collezione letti imbottiti Flou, è un pezzo di design importante, che gioca con il trend del nuovo classico, protagonista di camere da letto da sogno, eleganti nello stile e ricercate nei materiali. Maestoso e di impatto, questo letto matrimoniale - che reinterpreta i letti imbottiti classici - è caratterizzato da curve morbide retrò rese attuali dall’accostamento di materiali insoliti. L’ampia testata del letto imbottito, volutamente oversize, è incorniciata da profili metallici che, grazie alla "pinzatura", ne esaltano l’effetto di morbidezza. Disponibili in oro lucido, brunito opaco e nickel nero lucido, i profili sono dettagli studiati per favorire l'abbinamento con i vari tipi di rivestimento messi a catalogo: tessuto, pelle o, per chi cerca i più ecologici letti imbottiti ecopelle, anche questa ulteriore soluzione. Comfort, ricerca estetica e stile vanno di pari passo con la comodità, così all'ampia possibilità di scelta delle finiture si aggiunge il rivestimento totalmente sfoderabile.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
letti imbottiti
Courtesy Photo

Uniscono gusto minimale a forme morbide i letti imbottiti moderni della serie Richard progettati da Antonio Citterio per B&B Italia. Estensione di una collezione che comprende divani per il living, questo letto matrimoniale imbottito ha un disegno essenziale la cui sintesi formale è espressa attraverso una fascia alta in tessuto, o pelle, che corre lungo il perimetro del letto. La razionalità del segno, quasi minimale, non esclude l’idea di morbidezza. Lo dimostra il dettaglio sartoriale della cucitura con l’inserimento di un profilo al vivo che sottolinea la curva della testata. Ancora una volta il design raffinato di un letto d'autore strizza l’occhio alla praticità, affidata alle fasce laterali che rendono pulito il profilo del letto permettendo l’inserimento di qualsiasi tipologia di supporto ai materassi: dalla rete con telaio in metallo, o a doghe di legno, al sotto materasso a molle sino alla rete con meccanismo manuale.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
letti imbottiti
Courtesy Photo

Un disegno più destrutturato è quello del letto Jetty, progettato da Gordon Guillaumier per Alf Da Frè con uno stile quasi maschile che rimanda ad un'eleganza sartoriale dei tessuti. Il designer maltese immagina questo letto moderno come un leggero molo sospeso sull’acqua e trasferisce questa suggestione nel progetto grazie allo studio di una semplice struttura in tubolare metallico che sostiene il contenitore sotto il materasso e i pannelli in cuoio delle singole testate. Il design scanalato dà vita ad una piattaforma sospesa al centro della stanza e libera sui 4 lati che rimanda al linguaggio nipponico delle esili strutture in legno. Disponibili sia nella versione letti imbottiti senza contenitore, sia nella versione letti imbottiti con contenitore in tessuto, questi letti design rispondono alle esigenze di una clientela giovane che ama l’arredamento industrial e raw, ma che non vuole rinunciare al comfort e alla comodità.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
letti imbottiti
Courtesy Photo

Ancora Carlo Colombo che questa volta traduce in un mobile d’arredo destinato alla zona notte, il dna di un'altra azienda del settore, Poliform, che si caratterizza per l'essenzialità e lo stile senza tempo dei suoi prodotti. È così che nasce Chloe, un letto imbottito che declina l'idea della morbidezza attraverso la spazialità, la scelta di finiture d’alta qualità (tessuto o pelle) e il dettaglio del disegno in sezione. Il senso di accoglienza, di cocoon e intimità, è ottenuto grazie all’ampia testata imbottita che ripiegandosi lateralmente crea un’isola magica, uno spazio confortevole e rassicurante che può essere completato con comò e comodini coordinati.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
letti imbottiti
Courtesy Photo

Per un mood più dark abbiamo selezionato per voi Sadoru di Gabriele e Oscar Buratti per Porro. Il letto imbottito dalle proporzioni intime e total look in cuoio, naturale o testa di moro, fa breccia grazie alla particolarità della scelta del materiale resistente e di facile manutenzione, non solo nell’home interior, ma anche nel settore contract. Alto e compatto, ha una una testata che nonostante lo spessore ridotto denota una forte presenza che, di lato, sembra sbilanciare la base con un’interessante illusione ottica. I dettagli di Sadoru rimandano a lavorazioni artigianali, quasi da selleria, come ad esempio gli spessori consistenti, le doppie cuciture e il particolare dell’ampia testata ricurva che di profilo si ripiega come una busta.

Testo di Laura Arrighi. Selezione di Murielle Bortolotto e Tamara Bianchini

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
progressive.ua/

www.fashioncarpet.com.ua/

читать дальше np.com.ua