ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra , che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra , inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

irefuse Italia

Cosa vuol dire Hygge? Tutto quello che devi sapere sullo stile di vita danese più trendy

Aiuterà a rendere l’inverno più sopportabile, anche ai principianti

stile-hygge
Bonnin Studio/Stocksy

Sicuramente avete incontrato questa parola nelle incursioni in libreria alla ricerca dei regali di Natale, ma che cosa significa esattamente Hygge? Per prima cosa iniziamo dalla pronuncia.

Pronunciato “ugghe”, questo concetto danese non può essere tradotto in una sola parola, ma racchiude in sé una sensazione di appagamento e di benessere attraverso il godimento delle cose semplici della vita. Se hai goduto della piacevole sensazione di leggere un libro in casa in una domenica piovosa o una tazza di cioccolata calda in un giorno di neve, hai sperimentato l’hygge senza nemmeno saperlo. Hygge è una parte così importante dell'essere danese che è considerata “una caratteristica determinante della nostra identità culturale e parte integrante del DNA nazionale”, spiega Meik Wiking, CEO dell'Highiness Research Institute di Copenaghen. 

“In altre parole, ciò che rappresenta la libertà per gli americani... hygge lo è per i danesi” dice Wiking nel suo libro La via danese alla felicità. Questa ossessione nazionale per tutto ciò che è accogliente è accreditata come una delle ragioni per cui la Danimarca è sempre in cima alla lista dei paesi più felici del mondo, nonostante i loro inverni rigidi. Ora il resto del mondo sta iniziando a cogliere questo meraviglioso modo di vivere.

Bonnin Studio/Stocksy

Le basi. 

Simile al concetto tedesco di gemütlichkeit e all'idea olandese di gezelligheid, lo stile di vita caldo e accogliente che hygge promuove è stato una parte fondamentale della cultura danese sin dai primi anni del 1800, quando la parola apparve per la prima volta nella lingua scritta (deriva da un termine norvegese che significa “benessere”). Mentre hygge - che è usato sia come sostantivo sia come aggettivo in Danimarca - per i danesi è più un modo di vivere, ha preso piede come tendenza di stile di vita nel Regno Unito nel 2016 dopo che sono stati pubblicati diversi libri sull'argomento. È diventato così popolare in Gran Bretagna che è stato persino incluso nelle Collins Words of the Year per il 2016, seconda solo a Brexit. Ora tocca al resto del mondo, America in primis. Tutti, dal  al  ne hanno parlato e nell’ultimo anno sono stati pubblicati almeno una decina di libri sull'argomento. È di tendenza anche sui social media: su Pinterest è stato uno dei trend di arredamento per la casa del 2017 (scopri qui quelli del 2018), su Instagram ci sono quasi 3 milioni di post taggati come #hygge e anche Twitter ha fatto la sua parte.

Sì, i pantaloni della tuta sono hygge.

C'è persino una parola in danese per definirli: Hyggebukser, quel paio di pantaloni con cui non ti faresti mai vedere in pubblico ma che accompagnano ogni singolo fine settimana passato in casa su Netflix. Oltre a descrivere le cose come hyggelig, i danesi sono anche ossessionati dall'aggiungere hygge ad altre parole: ad esempio, un hyggekrog è essenzialmente un angolo dove puoi stare comodo, un posti vicino alla finestra dove puoi avvolgerti in una coperta e guardare il mondo che passa o la tua poltrona preferita dove leggi i libri.

Quali altre cose sono considerate hygge

Se chiedi a un danese, è probabile che ti dirà che le candele sono l’essenza di un'atmosfera hyggelig in casa. I danesi bruciano circa 6 chili di cera per candele all'anno pro capite secondo Wiking, più di qualsiasi altro paese al mondo. Caminetti, coperte, maglioni oversize e calzini spessi (in realtà, qualsiasi cosa fatta a maglia) faranno il resto.

Cosa non è hygge

Fissare il telefono tutto il giorno è la cosa meno hygge. La TV va bene, ma prova a invitare alcuni amici a guardare i film con te, dal momento che lo stare insieme è un'altra parte fondamentale dell’essere hygge.

E il cibo? 

Quello che mangi è anche essenziale per creare quelle vibrazioni accoglienti e tutto ruota intorno a dolci fatti in casa, cibi confortevoli e bevande calde. Anche se i ristoranti possono certamente avere un'atmosfera hygge (mettendo candele sul tavolo e accendendo il camino), tutto si gioca sul senso di comfort e familiarità. In Danimarca questo potrebbe significare pasticcini, polpette e abbondanti quantità di caffè, in Italia gelato e cioccolata calda. E magari una torta impastata con le proprie mani.

Getty Images

Hygge è la prossima Marie Kondo? 

La tendenza sembra andare in questo senso. Mentre il bestseller 2014 di Marie Kondo Il magico potere del riordino ha ispirato le persone a svuotare le proprie case e mantenere solo ciò che porta gioia nella loro vita, hygge offre uno stile di vita più amichevole e indulgente. Se hygge va a braccetto con le cose semplici (pensa all’interior design in stile Scandi ), incoraggia anche le persone a vivere in maniera rilassata e a dire di sì a quella fetta di torta in più. 

Quindi hygge = stare chiusi in casa per tutto l'inverno? 

No, non esattamente. Se stare in casa tutto il giorno a bere cioccolata calda e leggere da solo il tuo libro preferito è sicuramente hygge, uscire per fare una lunga passeggiata (sì, anche d'inverno) e passare del tempo con amici e parenti è altrettanto fondamentale.

Puoi fare cose hygge in estate? 

Sì! Nonostante l’inverno sia il momento più ovvio per tutte le cose hygge, i danesi praticano questo concetto tutto l'anno. Alcune idee per le attività estive di hyggelig includono picnic nel parco, cene all'aperto, falò sulla spiaggia e serate all’aperto.

È solo un modo per farci comprare più cose? 

L’idea hygge ha più a che fare con la creazione di una certa atmosfera che con le cose, quindi acquistare tanti oggetti costosi è l'opposto di hygge. Ma le persone stanno già cominciando a chiedersi se le versioni inglesi e americane di hygge siano solo una scusa usata dalle aziende per vendere di più (vedi l’articolo del Guardian ).

Quindi, come faccio a rendere la mia vita hygge senza cadere nella trappola commerciale? 

Se vuoi saperne di più, sentiti libero di prendere uno qualsiasi dei nuovi libri dedicati all’argomento. Ma se vuoi essere veramente hygge, ricorda di apprezzare le cose semplici che portano gioia alla tua vita. Invece di lamentarti del maltempo di quest'inverno, accendi qualche candela e accucciati con una tazza di tè e quel libro che vuoi leggere da mesi. Oppure, se ti senti più socievole, prepara il piatto che ti viene meglio e invita i tuoi amici per una serata a base di giochi da tavolo

Questo articolo è stato pubblicato in originale su

Getty Images


di Lyndsey Matthews / 26 Dicembre 2017

CORNER

Case collection

[Case]

Gli opposti si attraggono

In Bielorussia una casa di campagna moderna e accogliente

Casa moderna

[Case]

La casa più bella d'Inghilterra

Caring Wood si ispira alle torrette usate per essiccare il luppolo

Case moderne

[Case]

Postmoderno a Londra

Cosa succede se togli i mattoni e metti il pink millenial

Restyling

[Case]

Minimal a Palazzo Pamphilj

In un palazzo storico di Roma un appartamento dai toni soft

Restyling

[Case]

AAA cercasi appartamento

A Versailles 28 mq diventano una reggia rosa pastello

Mini case

[Case]

Una casa scolpita

Felipe Rodrigues firma in Brasile una casa scultorea e irregolare

Casa moderna

[Case]

Sofisticatezza contemporanea

Il restyling di una casa vittoriana a Melbourne firmato The Stylesmiths

Casa moderna

[Case]

La casa che respira

Un'architettura tropicale per abitare a piedi nudi

Casa moderna

[Case]

Plastica e scultorea

A Sydney una casa in cemento, sorretta da un unico pilastro

casa moderna

http://avtomaticheskij-poliv.kiev.ua

©2018 irefuse - - P. | VIA Monyka Salym, 6, ,

| | |