LE 10 BARCHE PIÙ ELEGANTI CHE ABBIAMO VISTO AL MONACO YACHT SHOW 2017

Una selezione di superyacht di lusso del salone nautico monegasco di alta gamma

image
Courtesy Photo

Si è da poco concluso anche il Monaco Yacht Show, terzo e ultimo appuntamento delle kermesse estive di nautica, nonché salone più chic ed elegante, quello delle "grandi" e delle "belle", che dire belle non è mai abbastanza. Nel Principato è stato esposto il meglio della cantieristica mondiale di alta gamma, i yacht di lusso più raffinati e sofisticati ma anche tecnologici e prestazionali.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Un settore, quello dei superyacht di lusso, in incessante crescita dove l'Italia continua a detenere la leadership e dove si esprime il gusto del design italiano sommato ad un'abilità di costruzione che solo pochi cantieri hanno nel loro know-how.

Difficile delineare dei veri e propri trend di queste floating home, barche quasi tutte maggiori di 24 metri, di cui la maggior parte sono progettate su misura del proprio armatore e quindi uniche ed esclusive per definizione. Certo è che un comune denominatore lo si può riscontrare nella volontà di aprire la barca verso l'esterno, tramite l'uso di terrazze e finestrature sempre più grandi che garantiscono agli ospiti un contatto diretto con il mare e la natura circostante.

Ma quali sono le barche da sogno a motore che si sono distinte al Monaco Yacht Show 2017?

In ordine di lunghezza, cominciamo con l'ultima nata in casa CRN, il Cloud 9 (foto sotto), uno spettacolare 74 metri orgoglio del cantiere ma anche di tutto il gruppo Ferretti. Frutto della collaborazione tra Zuccon International Project e Winch Design presenta straordinarie aree all’aperto - come il ponte privato a prua della suite armatoriale o il vasto beach club con spiaggetta estesa a pelo d'acqua - che sono state concepite per consentire di trascorrere piacevoli momenti di convivialità godendo appieno della vita all’aria aperta, come specificamente richiesto dall'armatore.

image
Courtesy Photo
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
image
Courtesy Photo

Seasense (foto sotto) è il nuovo megayacht di 67 metri presentato da Benetti. Un dettaglio che non passa certo inosservato è il “Benetti beach club” che caratterizza fortemente tutto il progetto. A poppa del main deck si trova, infatti, una sorprendente piscina di 10x4 metri con ampia zona prendisole che può trasformarsi in un ponte libero utilizzabile come campo da basket, con tanto di canestro.

image
Courtesy Photo
image
Courtesy Photo

Sanlorenzo ha presentato il 52 Steel Seven Sins (foto sotto), vincitore del premio Best Interior Design al Monaco Yacht Show Superyacht Awards. Progettato in collaborazione con Officina Italiana Design, si contraddistingue per la poppa che si apre teatralmente. Una volta sollevato il portellone di poppa, il garage viene allagato, permettendo al tender di scivolare delicatamente fuori; contemporaneamente le terrazze laterali si aprono e un pannello viene calato a completare il vasto pavimento in teak del Beach Club, rivelando il fondo trasparente della piscina soprastante. Mentre gli ospiti si concedono un esclusivo bagno sul ponte di poppa, il Beach Club ed il gymnasium a tutto baglio sottostanti si riempiono di luce naturale, con i raggi del sole che formano giochi di luce attraverso l’acqua della piscina. Una trasformazione radicale del tender garage in un vero e proprio salone sull’acqua.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
image
Courtesy Photo
image
Courtesy Photo

Interessanti ed esclusivi sono gli interni progettati dal designer italiano Cristiano Gatto per uno yacht di lusso a propulsione ibrida di 50 metri in alluminio ideato dai cantieri olandesi Heesen Yachts e battezzato con il nome di "Home" dal suo armatore (foto sotto). Soltanto due i colori principali utilizzati (il bianco e il rosso) declinati in diverse tonalità. La vera protagonista degli interni è senz'altro la grande quantità di luce naturale in aggiunta ad un sapiente utilizzo di quella artificiale. Il risultato è quello di un'atmosfera luminosa e rilassante.

image
Courtesy Photo

Debutto mondiale per il 50 metri S501 Vertige (foto sotto) di Tankoa Yachts. Mantenere una visuale continua sul mare era uno degli obiettivi assegnati al design team di Francesco Paszkowski per questo progetto, contraddistinto da un'approfondita ricerca sui materiali e sugli elementi architettonici e da una lavorazione estremamente accurata da parte del cantiere. Per la prima volta in un Tankoa si ha la presenza della prua verticale, che lascia intuire la tendenza del cantiere per il futuro.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
image
BlueiProd

Il dodicesimo maxi-open della serie Mangusta 165E (foto sotto) si è contraddistinto per la particolare colorazione nera di scafo e sovrastruttura con numerosi dettagli di colore rosso, tra cui il logo del superyacht. Una scelta che esalta la sportività, così come la presenza del flybridge allungato che connota il profilo.

image
Courtesy Photo

I cantieri viareggini Rossinavi hanno presentato ben due yacht di lusso, Endeavour e Aurora, accomunati dal progetto di interni di Achille Salvagni. 50 metri di lunghezza fuori tutto per Endeavour, il cui esterno è stato progettato da Enrico Gobbi. Gli interni (foto sotto) prendono ispirazione dalla cultura orientale e sono caratterizzati da un layout lineare, dettagli minimalisti e materiali leggeri che riportano alla mente spazi di vita residenziali piuttosto che quelli dello yacht design tradizionale. Nessuno spigolo, superfici alari ed elementi taglienti che mantengono sempre una certa morbidezza: tutto comunica un senso di serenità e raffinatezza.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
image
Courtesy Photo

Aurora è un 49 metri in alluminio dalle linee sportive e dinamicheprogettate da Fulvio De Simoni, che si distingue per il particolare disegno della prua (foto sotto), riconoscibile da tutte le angolazioni delle banchine del Monaco Yacht Show. La filosofia progettuale adottata negli interni è stata quella di dare ordine nella dinamicità cercando di coniugare due estetiche apparentemente lontane, ovvero quella dell'eleganza sportiva con quella degli interni contemporanei.

image
Tom Van Oossanen
image
Tom Van Oossanen

Andiamo (foto sotto) è il 48 metri costruito in acciaio e alluminio dai cantieri liguri Baglietto. Grandi volumi e vivibilità sia degli interni sia degli esterni rappresentano la caratteristica principale di questo progetto che può contare su considerevoli 340 mq di area abitabile. Il ponte sole offre 140 mq interamente dedicati alla convivialità e alla vita all'aria aperta, caratterizzati dalla presenza di una grande piscina scenografica con cascata. Le linee arrotondate verso il basso della struttura del ponte consentono di godere di una vista a 360° esaltata anche grazie all'utilizzo dei parapetti in vetro.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
image
Courtesy Photo

Quattro ponti per la nuova Navetta 33 Custom Line (foto sotto). A bordo è installato il sistema brevettato DMTche, grazie alla doppia movimentazione del portellone del garage, trasforma la poppa della barca in un beach club di dimensioni considerevoli. Gli spazi a bordo sono esaltati da grandi finestrature su tutti i ponti che permettono alla luce naturale di invadere gli ambienti, connotati dall’essenza noce canaletto naturale. Navetta 33, come la sorella maggiore Navetta 37, è una barca silenziosa che sposa la filosofia dell'andar per mare nel modo più rispettoso possibile per l'ambiente.

image
Courtesy Photo

In apertura: Cloud 9 è l'ultimo superyacht di lusso di CRN presentato in occasione del Monaco Yacht Show 2017

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Speciale Barche
progressive.ua

https://cl24.com.ua

iwashka.com.ua