Pavimenti per esterni, spunti d’autore per effetti scenografici

I consigli e una selezione di progetti internazionali per trovare le soluzioni d'arredo per esterni più scenografiche

image
© José Hevia

I pavimenti per esterni danno valore allo spazio, come fa una cornice con un quadro pregiato. Semplici, lavorati, tradizionali o innovativi che siano, ravvivano il design e trasformano la praticità in eleganza. Scegliere il materiale per la pavimentazione esterna, però, può non essere semplice. Bisogna tenere in considerazione criteri funzionali, oltre che estetici. Balconi e terrazzi, giardini, vialetti, percorsi carrabili e bordi piscina devono essere impermeabili, antiscivolo, resistenti ai carichi e agli agenti atmosferici, e devono avere una bassa propensione alle muffe e alle macchie.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

La decisione va ponderata, ma c'è molta varietà a disposizione. Dal gres porcellanato alla pietra, dal legno al cemento: il pavimento per esterno può avvalersi di molteplici materiali, assecondando così altrettanti gusti e bisogni. Ve lo dimostriamo in questa rapida carrellata di soluzioni durevoli e di design, pensate per luoghi pubblici ma perfettamente adattabili a spazi privati. E perfetti per tutte le stagioni!

image
© José Hevia

Cominciamo da Badalona, una delle più antiche città della Catalogna, con un progetto dello studio Peris+Toral. Si tratta di un'area verde destinata a bambini e adulti con una pavimentazione esterna in cemento, materiale perfetto per i camminamenti grazie all'estrema resistenza e alla velocità di messa in opera. Gli architetti spagnoli hanno arrotondato le forme e abolito le barriere architettoniche puntando su un'originale soluzione per i recinti delle aree gioco: un dislivello che funge anche da seduta. Le dune aggiungono tocchi di verde che richiamano e moltiplicano gli alberi di Tipuana disposti lungo la strada (scoprite di più sul )

Restiamo in Spagna, a Santander, con un progetto di Garciagerman Arquitectos che ha rivalorizzato uno spazio sospeso sopra il mercato Puertochico, ricollegandolo al resto del quartiere (foto di apertura). Anche in questo caso la pavimentazione è in cemento, nella variante EcoGranic®, una speciale tipologia in grado di ripulire l'aria dalle fonti d'inquinamento. L'effetto finale è uno straordinario omaggio alla Op Art, astratto e omogeneo contrappunto a un contesto urbano disarmonico (scoprite di più sul )

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
image
© Giuseppe Guarneri

Accanto al calcestruzzo, le pietre e il gres porcellanato sono materiali riccamente usati per pavimentare gli esterni. Resistenti a urti, graffi, agenti chimici e abrasioni ma anche al gelo e agli attacchi chimici, entrambe le tipologie sono disponibili in molteplici varianti e finiture. Così come il legno: una soluzione senza tempo, versatile e funzionale che, grazie a specifici trattamenti, è in grado di resistere all'umidità e alle muffe. Lo studio romano OFL Architecture ha puntato proprio sulla combinazione tra legno e vegetazione in Zighizaghi, il parco multisensoriale di 320mq progettato per Miliashop a Favara, in provincia di Agrigento. Ispirato alla geometria esagonale degli alveari, lo spazio è sviluppato su due livelli: quello orizzontale aggrega elementi in multistrato fenolico e nodi in Okoumè e può assumere un numero virtualmente infinito di configurazioni; quello verticale è composto da sei Super Pod dotati di un corpo illuminante e di un diffusore acustico (scoprite di più sul ).

image
© Åke E-son Lindman

Il legno può essere usato anche per pavimentare i bordi delle piscine. Nel caso di Parquet Patterned Pool and Spa, centro benessere progettato dallo studio Claesson Koivisto Rune nel sud della Svezia, del parquet c'è però solo il ricordo. O, per meglio dire, la caratteristica trama a lisca di pesce, impressa sulle mattonelle total white. Perché non c'è limite alla fantasia.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
sledoc.com.ua

もっと ac-sodan.info