ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra , che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra , inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

irefuse Italia

A ogni stile la sua maniglia. Classico, contemporaneo, urban o country?

Se è verto che sono i dettagli a dare valore a ogni ambiente, le maniglie Made in Italy di Mandelli sono pensate per chi è attento ad ogni minimo particolare

Juno è la maniglia in cemento della linea Design firmata MANDELLI1953, in pieno stile urban

Ciò che caratterizza ogni ambiente non sono solo i mobili che colpiscono immediatamente l'attenzione di chi entra in una stanza. Spesso infatti, a definire meglio l'atmosfera sono proprio i dettagli che vengono scelti accuratamente per rendere ogni scorcio unico nel suo genere. Tra questi troviamo le maniglie, che con il loro design riescono a dare un tocco in più a porte e finestre.
È da qui che nasce la ricerca di stile di Mandelli1953, azienda dedicata alla progettazione di maniglie di design e classiche in un raffinato assortimento. Lo sviluppo dei diversi modelli di maniglie si è concretizzato con l’introduzione di nuove forme, da quelle classiche a quelle più contemporanee, di qualità 100% made in Italy. Estetica, funzionalità e attenzione all’ergonomia sono alcuni dei principali punti di forza dei prodotti dell’azienda, a cui si aggiunge una grande attenzione alle novità di design. Tra queste troviamo quattro differenti collezioni di maniglie, tutte contraddistinte da una produzione innovativa per scelta dei materiali e sviluppo progettuale.

Per arredare un ambiente di design, ecco Zeit, nato dalla collaborazione di Marco Piva, una maniglia dalla forma molto innovativa, ad alto contenuto tecnico e che richiede una evoluta metodologia produttiva alla quale si abbinano "passaggi" artigianali. Un lavoro di ricerca su forme e materiali, su nuovi effetti tattili e visivi che caratterizzano un oggetto di uso quotidiano. 

Per chi ama lo stile classico, è perfetta la maniglia Fusilla, nata dall’incontro tra Mandelli1953 e l'architetto e designer Alessandro Dubin, una maniglia dalla spiccata personalità e caratterizzata dalla ricercata lavorazione per l’impugnatura.

Per chi cerca un gusto contemporaneo ed elegante, Twee, progetto del designer Massimo Cavana, è una maniglia diversa e originale, nata da una domanda apparentemente semplice: perché avere piani complanari e legati da regole formali comuni?

Infine, se l'ambiente da arredare ha un carattere più raw, ecco Juno, progetto di Alessandro Dubini nato dal desiderio di utilizzare come protagonista un materiale non convenzionale per realizzare maniglie: il cemento. Il processo produttivo, quasi ancestrale, richiama l’antica tecnica di forgiatura con stampi e fusione di un corpo solido: il risultato finale estetico di Juno - questo il nome scelto della nuova maniglia - è di grande impatto visivo, ma allo stesso tempo il design risulta molto pulito e minimal. 


di Essia Sahli / 8 Novembre 2017

CORNER

Speciale Contract collection

[Speciale Contract]

Arredare con i serramenti

Le soluzioni contract di Erco tra estetica e funzionalità

arredi di design

[Speciale Contract]

Outdoor con stile

Le pergole bioclimatiche per godersi al massimo l'aria aperta

arredi outdoor

[Speciale Contract]

Lenzuola e piumoni da sogno

dreamin'101 è la nuova linea firmata Minardi Piume

textile design

[Speciale Contract]

Rivestire i letti con Shuj

Avete mai dormito in un piumino imbotto di seta?

textile design

[Speciale Contract]

Week end in biblioteca

Aspettando l'autunno, ecco dove godersi un video-camino

irefuse Grand Hotel 2017

[Speciale Contract]

Made in Italy e hotellerie

Un talk e un contract book per parlare di design e ospitalità

irefuse Grand Hotel 2017

[Speciale Contract]

Hospitality, design e fitness

Una gym d'autore all'interno di un pop up hotel a Milano

irefuse Grand Hotel 2017

[Speciale Contract]

Art design: 3 lecture

La parola a Claude Missiri, Marco Lavit e Davide Rapp

irefuse Grand Hotel 2017

[Speciale Contract]

Una Spa molto speciale

Un luogo del benessere che è anche galleria d'arte

irefuse Grand Hotel 2017

©2018 irefuse - - P. | VIA Monyka Salym, 6, ,

| | |