ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra , che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra , inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

irefuse Italia

C’è una città in Cina progettata per essere una replica esatta di Parigi

Con tanto di Tour Eiffel prefabbricata. Stiamo parlando di Tianducheng, sviluppo immobiliare di lusso alle porte di Hangzhou

tianducheng-citta-cinese-copia-parigi
Getty Images

Parigi è, a buon titolo, considerata una delle città più romantiche del mondo (leggi anche → Il weekend di San Valentino nelle 5 città più romantiche d'Europa). Ma si potrebbe anche sostenere che Parigi, insieme a New York, Londra e Roma, è anche una delle città più romanticizzate

Anche se la Ville Lumière è innegabilmente spettacolare, potrebbe anche essere che siamo collettivamente innamorati dell'idea di Parigi quanto della città stessa.

Forse l'esempio più surreale di Parigimania è Tianducheng, la città cinese costruita, a partire dal 2007, per assomigliare molto alla capitale francese.

La città costruita, tecnicamente un complesso immobiliare di lusso, si trova alla periferia della città lacustre di Hangzhou, e la sua dedizione all'illusione parigina è impressionante. 

Tutte le foto: Getty Images

Il punto focale dello sviluppo è la Torre Eiffel prefabbricata, grande circa un terzo delle dimensioni dell'originale. Da certi angoli, con la finta torre incorniciata da una doppia fila di case in stile Haussman color crema, sembra quasi reale. 

La piazza centrale è chiamata Champs d'Elysees e presenta una riproduzione di una fontana del Jardin du Luxembourg.

L'idea, presumibilmente, era che le persone che vivono a migliaia di chilometri dalla vera Parigi avrebbero colto al volo l'occasione per abitare nel posto che più le somiglia, e non è il primo sviluppo del suo genere in Cina. 

Il  a Shanghai è modellato su Londra, e c'è persino un complesso , mentre vicino a Huizhou, in Cina, si trova una replica dell'idilliaco villaggio di montagna di Hallstatt, in Austria (raccontato nel documentario Double Happiness di Ella Riadel).

Nel caso di Tianducheng, tuttavia, le aspirazioni sembrano aver superato la realtà. Lo sviluppo è un'isola di infrastrutture nel mezzo di terreni agricoli isolati; di conseguenza, solo una manciata di persone vive in questa città a luci spente, progettata per 10.000 abitanti. 

Secondo , la domanda potrebbe crescere di pari passo con lo sviluppo infrastrutturale dell'area, ma per il momento Tianducheng rimane una città fantasma parigina.

Questo articolo è stato pubblicato in origine su


di Becca Endicott / 24 Gennaio 2018

CORNER

Architettura collection

[Architettura]

La gentrification? Roba da da cani

Un articolo del New York Times indaga la presenza e i trend di crescita delle varie razze canine a NY, indicatore cruciale per capire la gentrification in atto

Costume

[Architettura]

Comfort zone

Aeroporti d'autore: a Oslo il primo terminal per farti star bene

edifici pubblici

[Architettura]

Il grattacielo 4.0

Carlo Ratti e BIG insieme per un grande progetto green a Singapore

progetti

[Architettura]

I giardini degli altri

Giardini giapponesi in giro per il mondo

Travel

[Architettura]

Amore e design

San Valentino nelle cinque capitali romantiche d’Europa

Travel

[Architettura]

9 viaggi per il 2018

Mete sconosciute da scoprire nel nuovo anno

Travel

[Architettura]

Hotel solare

La tecnologia al servizio del sole nel progetto di Snohetta

progetti

[Architettura]

Le macerie dell'Isis

Palmira, Mosul e le altre città archelogiche distrutte

Costume

[Architettura]

Olimpiadi nere

Circondato dalla neve, il padiglione super black di Asif Khan

Edifici pubblici

www.dekorde.com/

proffitness.com.ua

www.alt-energy.in.ua/product-category/gotovie-rishenia/otoplenie-teplovym-nasosom/

©2018 irefuse - - P. | VIA Monyka Salym, 6, ,

| | |