ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra , che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra , inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

irefuse Italia

Che sia su ruote o sull'acqua, la casa mobile dei sogni è qui

Con il libro Nomadic Homes, Taschen eleva un trend a movimento architettonico

libro-taschen-nomadic-homes
Courtesy of Taschen

Il libro di Taschen dedicato alle Nomadic Homes consacra quello che è ormai da tempo un trend nell’architettura e che è diventato un vero e proprio stile di vita: l’abitazione itinerante.

Chi non ha mai sognato una vita in giro per il mondo? E chi, costretto a viaggiare, non vorrebbe svegliarsi ogni giorno nel proprio letto, quando l’unica cosa a cambiare è il panorama? L’eterna tensione tra il richiamo dell’ignoto e il bisogno ancestrale di un riparo sicuro è il cardine umano che ha portato tanti architetti a progettare case ambulanti. Con risultati tanto arditi quanto, a volte, assurdi (è il caso della N55 Walking House che, letteralmente, cammina). Finalmente, l’architettura mobile assurge a movimento, con la sua varietà di stili, di pionieri ed epigoni.

Leggi anche → La micro-casa romanticissima per svegliarsi ogni giorno in un posto diverso

Tutte le immagini: Courtesy of Taschen

Philippe Jodidio, direttore per oltre vent’anni della rivista Connaissance des Artes, ci accompagna in un’ampia rassegna di variazioni sul tema. Con attenzione accademica, una vasta documentazione iconografica e ricchezza di dettagli, Jodidio tira le fila e sistematizza il lavoro, dividendolo in cinque sezioni: "case su ruote", "case sull'acqua", "case in una tenda", "case che si muovono" e "case per chi ha bisogno".

Leggi anche → Case galleggianti, un libro racconta il sogno di vivere sull'acqua

A riprova della lunga tradizione in cui il movimento affonda le radici, nell’introduzione l’autore si sofferma a spiegarci come l’uomo da sempre abbia cercato di far coesistere le necessità del viaggio e della casa. Una tesi quasi di antropologia che trova riscontri sin dall’ottavo secolo, e che è suffragata da moltissimi esempi: tende, carrozze, igloo, case galleggianti hanno dato un tetto ai popoli sulle vie delle mandrie ma anche sulle strade della guerra.

Quasi 350 pagine tra cui figurano molti nomi eccellenti, da Renzo Piano, a Philippe Starck con il suo Motor Yatch A, a Shigeru Ban, con i suoi progetti per rifugiati. Una carrellata di case mobili che dai caravan passa per soluzioni ibride, fino a case sull’acqua e jet privati. Non mancano accenni futuristici, che in qualche modo rientrano nella selezione, come le ipotetiche case su Marte.

Leggi anche → Philippe Starck ha davvero progettato la barca a vela del futuro?


di Stefano Annovazzi Lodi / 1 Febbraio 2018

CORNER

Architettura collection

[Architettura]

The World is back

L'ultima follia di Dubai riemerge dalle acque con un progetto di rilancio

Progetti

[Architettura]

Cani e gentrification

Cosa ci insegnano i cani di NYC, indicatori di una città che cambia

Costume

[Architettura]

Comfort zone

Aeroporti d'autore: a Oslo il primo terminal per farti star bene

edifici pubblici

[Architettura]

Il grattacielo 4.0

Carlo Ratti e BIG insieme per un grande progetto green a Singapore

progetti

[Architettura]

I giardini degli altri

Giardini giapponesi in giro per il mondo

Travel

[Architettura]

Amore e design

San Valentino nelle cinque capitali romantiche d’Europa

Travel

[Architettura]

9 viaggi per il 2018

Mete sconosciute da scoprire e visitare nel nuovo anno

Travel

[Architettura]

Hotel solare

La tecnologia al servizio del sole nel progetto di Snohetta

progetti

[Architettura]

Le macerie dell'Isis

Palmira, Mosul e le altre città archelogiche distrutte

Costume

обращайтесь

www.avtomaticheskij-poliv.com.ua

подробнее

©2018 irefuse - - P. | VIA Monyka Salym, 6, ,

| | | | Comunicato tariffe politiche elettorali