ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra , che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra , inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

irefuse Italia

CityLife Shopping District, apre a Milano il più grande centro commerciale urbano d'Italia

32.000 mq dedicati allo shopping, un parco di 170.000 mq e le firme di Zaha Hadid Architects, One Works e Mauro Galantino per la nuova destinazione dello shopping a Milano

city-life-shopping-district-milano
Courtesy of CityLife @Antinori

Inaugurato il CityLife Shopping District, il più grande distretto commerciale d’Italia si trova a Milano

Con la sua location suggestiva, CityLife Shopping District aggiunge un’area di shopping e intrattenimento alla parte residenziale e alle torri che ospitano uffici disegnate da tre straordinari architetti: si completa così l’ambizioso progetto di fornire “un esempio tangibile di come Milano abbia saputo rigenerarsi ed offrire un nuovo modo di vivere la città”. Le parole di Armando Borghi orgoglioso CEO di CityLife, danno il via alla cerimonia di inaugurazione del più grande e innovativo distretto commerciale urbano d’Italia. Con i suoi 32.000 mq e i suoi oltre 100 negozi non si limita ad essere un semplice mall ma vuole caratterizzarsi come un progetto veramente unico con un’offerta che comprende anche attrazioni per il tempo libero e il benessere. E non è quindi un caso che CityLife sia circondata da un parco da 170.000 mq- il secondo più grande di Milano - che si sviluppa intorno all’intero progetto per offrire ai propri visitatori un’area verde chiusa al traffico nella quale passeggiare, fare sport, giocare e ritrovare il contatto con la natura pur essendo in centro città.

Infatti il progetto nasce proprio come intervento di riqualificazione dello storico polo urbano della Fiera di Milano e con i suoi 366.000 mq di superficie complessiva si pone tra le aree di intervento urbanistico più grandi d’Europa con firme prestigiose di architetti del calibro di Zaha Hadid, Arata Isozaki e Daniel Libeskind. A questi dobbiamo aggiungere gli autori del nuovo layout del progetto del nuovo City Life Shopping District che si sviluppa attraverso tre componenti architettoniche distinte: la galleria commerciale su tre livelli progettata da Zaha Hadid Architects; la Piazza Tre Torri progettata da One Works (leggi anche → Chi c'è dietro One Works, lo studio che ha rubato lo scettro a Renzo Piano); ed infine una shopping street pedonale open-air progettata dall’architetto Mauro Galantino, che l’ha creata come naturale -ma anche simbolica- via di accesso allo Shopping District sia dalla zona residenziale e dal resto della città.

ù

Caratterizzato da un mix articolato e bilanciato di funzioni pubbliche e private, fra residenze, uffici, shopping, servizi, aree verdi e spazi pubblici, il mix di CityLife aggiunge ora il nuovo centro commerciale di Milano che convince proprio per la varietà dell’offerta di livello alto ma accessibile, e la presenza significativa di servizi, ristoranti e aree dedicate all'intrattenimento e al tempo libero. Il centro include infatti un cinema multisala da 1.200 posti ed un’ampia offerta di servizi dedicati alla salute, alla bellezza e al benessere, che consentiranno al centro commerciale di vivere sia di giorno che di sera e nel weekend.

Servito dal trasporto pubblico, compresa la linea lilla (M5) della metropolitana di Milano, con la nuova fermata Tre Torri (leggi anche → La stazione della metropolitana di Milano che sembra una galleria d'arte), il complesso dispone anche di un parcheggio sotterraneo di 1.500 posti auto. L’aggiunta dell’area commerciale e il parco vanno quindi ad arricchire ulteriormente CityLife che ha conosciuto il suo successo grazie al mix di servizi privati e pubblici - tra cui appartamenti e uffici - oltre al primo Campo pratica di Golf d’Europa in centro città. Il progetto di tutta l’area è contraddistinto da una forte attenzione alla sostenibilità e al rispetto ambientale: infatti oltre ad essere l’area pedonale più grande di Milano, grazie alla scelta di spostare viabilità e parcheggi a livelli interrati, tutte le residenze presenti sono certificate in Classe A e prevedono l’utilizzo prevalente di fonti di energia rinnovabili, mentre le tre torri hanno già ottenuto la prestigiosa pre-certificazione LEED™ classificandosi a livello Gold.

In occasione dell’inaugurazione, dal 29 novembre al 1° dicembre lo Shopping District con la sovrastante torre Hadid sarà illuminato da un sorprendente spettacolo di luci serale -visibile da tutto il capoluogo lombardo- al quale saranno aggiunte performance musicali gratuite.


di Paola Testoni / 30 Novembre 2017

CORNER

Architettura collection

[Architettura]

Just do it

Watts Towers: storia di un capolavoro italiano a Los Angeles

Travel

[Architettura]

La nuova vita di Detroit

Tra le strade della ex-Motor City rialzatasi grazie alla creatività

Itinerari

[Architettura]

Lo stadio smontabile

Mondiali Qatar: Fenwick Iribarren realizza uno stadio fatto di container

Architettura contemporanea

[Architettura]

Swing in Verticale

Herzog & de Meuron firma il suo primo grattacielo residenziale a NY

casa moderna

[Architettura]

Arte immersiva

Camminare dentro un quadro? A Parigi si potrà

progetti

[Architettura]

Steven Holl riscopre Scarpa

Grazie all'architetto americano riapre la Fondazione Masieri

progetti

[Architettura]

La Beirut segreta

Elegante e resiliente, la capitale del Libano in un tour da intenditori

Itinerari

[Architettura]

Una stanza in mezzo al lago

Una vecchia centrale idroelettrica diventa hotel sull'acqua

hotel di design

[Architettura]

A spasso per Tbilisi

Tutto quello che c'è da vedere nella capitale della Georgia

Itinerari

©2017 irefuse - - P. | VIA Monyka Salym, 6, ,

| | |